Fraternita dei Laici

La Fraternita dei Laici, importante istituzione aretina, fu fondata nel 1262 con l'approvazione del vescovo di Arezzo Guglielmino degli Ubertini con il nome ufficiale di Fraternita di Santa Maria della Misericordia, grazie alla volontà di un gruppo di persone dirette dai padri domenicani e desiderose di aiutare i poveri e gli infermi.

A seguito di lasciti e donazioni la Fraternita ha svolto nei secoli grandi imprese per la città di Arezzo, compreso il pagamento delle logge progettate da Giorgio Vasari.

La Fraternità, che ha sede nell'omonimo palazzo, possiede un importante archivio che copre 5 secoli di storia.

BibliografiaModifica

  • Ersilia Agnolucci, La città della Fraternita, Fraternita dei Laici, Arezzo 1992
  • Eugenio Ajazzi, Monografia della Pia Fraternita dei Laici di Arezzo, a cura di Luca Berti, in “Annali aretini” IV, 1996, pp. 5-32
  • Augusto Antoniella, L'Archivio della Fraternita dei Laici di Arezzo, introduzione, vol. I, Firenze 1985, pp. VII-LIII