Geoffrey Watson

Geoffrey S. Watson (Bendigo, 3 dicembre 1921Filadelfia, 3 gennaio 1998) è stato uno statistico australiano.

Geoffrey S. Watson

BiografiaModifica

Watson nacque a Bendigo nel 1921. Studiò all'University of Melbourne, conseguì la laurea alla [[Università statale della Carolina del Nord |North Carolina State University]] nel 1951.

Dopo aver lavorato alla University of Melbourne, alla Australian National University, alla University of Toronto e alla Johns Hopkins University, divenne responsabile del Dipartimento di Statistica della Princeton University nel 1970, e vi rimase fino alla sua morte. Watson sviluppò nel 1950, insieme a James Durbin della London School of Economics and Political Science, la Statistica di Durbin-Watson, una statistica test utilizzata per rilevare la presenza di autocorrelazione dei residui in un'analisi di regressione.

Nel 1966 è stato eletto come Fellow of the American Statistical Association.[1]

Qualche volta viene confuso con il matematico G. L. Watson, che ha lavorato sulle forme quadratiche, e G. N. Watson, un analista matematico.

NoteModifica

  1. ^ View/Search Fellows of the ASA Archiviato il 16 giugno 2016 in Internet Archive., accessed 2016-08-20.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN72196381 · ISNI (EN0000 0001 1670 1889 · LCCN (ENn83044302 · GND (DE119080044 · J9U (ENHE987007457227205171 · WorldCat Identities (ENlccn-n83044302
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie