Apri il menu principale

Georg Mönch (Praga, 4 maggio 1936) è un violinista cecoslovacco.

Nato a Praga da genitori russi, inizia la sua formazione in Paraguay e in Argentina, per poi continuarla in Italia con Remy Principe, e in Francia con Henryk Szeryng.

Ha debuttato giovanissimo a Buenos Aires con Juan José Castro e poi in Italia con Bruno Maderna e negli Stati Uniti con Lukas Foss. Nella sua carriera è stato spesso invitato in veste di solista collaborando con il Maggio Musicale Fiorentino, la Biennale di Venezia, il Berliner Festwochen, l'Holland Festival, il Teatro alla Scala l'Accademia di Santa Cecilia e le varie sedi RAI. Dal suo debutto è stato un appassionato interprete oltre che del repertorio tradizionale anche della musica del XX secolo, dall'avanguardia storica fino alle più recenti composizioni di autori contemporanei, eseguendo molte prime esecuzioni ed incisioni discografiche di musica contemporanea. Hanno scritto appositamente per lui anche Elliot Carter ed Aldo Clementi. Nella sua carriera è stato diretto da direttori del calibro di Bruno Maderna, Lukas Foss, Juan Josè Castro, Milan Horvath, Richard Dufallo, Marcello Panni, Michael Gielen e Stefan Reck. Mönch suona un violino Guarneri del Gesù del 1739.

Il suo repertorio spazia da Bach ai contemporanei. Per la Fonit Cetra ha inciso la prima registrazione dei 6 Capricci per violino solo di Salvatore Sciarrino.

Per il marchio Etcetera ha realizzato con Massimiliano Damerini l'opera integrale delle musiche per violino e pianoforte e la sonata per violino solo di Béla Bartók.

Diversi compositori fra i quali si ricordano Elliot Carter e Aldo Clementi, gli hanno dedicato delle composizioni, delle quali è stato il primo esecutore.