Apri il menu principale

Gey Carioca

Personaggio dei fumetti italiano
Gey Carioca
Lingua orig.Italiano
Autori
Disegni
EditoreEdizioni Alpe
1ª app. inBelle Avventure 18 novembre 1948
Ultima app. inGey Carioca, marzo 1974

Gey Carioca è un personaggio immaginario protagonista di una omonima serie a fumetti pubblicata in Italia dalle Edizioni Alpe.[1][2][3]

Storia editorialeModifica

Il personaggio esordì nel 1948 nella collana Belle Avventure pubblicata dall'Editoriale Subalpino, ideato e sceneggiato da Max Massimino Garnier e Roberto Renzi, e disegnata da Paul Campani; venne pubblicata per 12 numeri fino al 1949 quando venne interrotta per problemi di censura a causa delle scene troppo audaci per l'epoca.[4][5][2][6][3] Il personaggio venne ripreso nel 1950 dall'editore Cesare Civita che ne pubblicò una versione re-intitolata Tita Dinamita in Argentina che ottenne un certo successo.[7][5][3] Negli anni settanta, durante la moda dei fumetti per adulti, il personaggio venne ripreso dalle Edizioni Alpe per una nuova serie a fumetti disegnata da Attilio Ortolani ma ebbe vita breve, chiudendo dopo 10 numeri nel 1974.[5][8][2]

Gey Carioca
serie regolare a fumetti
Lingua orig.italiano
PaeseItalia
AutoreAttilio Ortolani
EditoreEdizioni Alpe
1ª edizioneluglio 1973 – marzo 1974
Albi10 (completa)

PersonaggioModifica

Il personaggio venne caratterizzato ispirandosi allo stile delle donne di origine latinoamericana che era noto in Italia già dagli anni trenta grazie al cinema americano; era una donna avvenente e procace e intelligente che lavorava come segretaria in uno studio cinematografico di Hollywood; quando però si sentiva sotto pressione, ingoiava enormi quantità di pillole vitaminiche che, col tempo, le conferirono una forza straordinaria, facendola diventare un supereroe; grazie poi a una eredità divenne ricca rendendola oggetto delle mire di personaggi malvagi e vivendo varie avventure che erano spesso un pretesto per mostrarla in abiti discinti.[5][3]

NoteModifica

  1. ^ Belle Avventure, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 12 novembre 2019.
  2. ^ a b c FFF - GEY CARIOCA, su www.lfb.it. URL consultato il 12 novembre 2019.
  3. ^ a b c d Sara Zanatta, Samanta Zaghini e Eleonora Guzzetta, Le donne del fumetto: l'altra metà dei comics italiani : temi, autrici, personaggi al femminile, Tunué, 2009, ISBN 9788889613368. URL consultato il 12 novembre 2019.
  4. ^ Guida Fumetto Italiano, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 12 novembre 2019.
  5. ^ a b c d GEY CARIOCA, EROTISMO LATINOAMERICANO - GIORNALE POP -, su - GIORNALE POP -, 24 settembre 2017. URL consultato il 12 novembre 2019.
  6. ^ FFF - collana BELLE AVVENTURE, su www.lfb.it. URL consultato il 12 novembre 2019.
  7. ^ Guida Fumetto Italiano, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 12 novembre 2019.
  8. ^ Gey Carioca, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 12 novembre 2019.

BibliografiaModifica

  • Gianni Bono, Guida al fumetto italiano, Epierre, 2003.
  • Eleonora Guzzetta, Samanta Zaghini e Sara Zanatta, Le donne del fumetto. L'altra metà dei comics italiani. Temi, autrici, eroine al femminile, in Lapilli, Tunué, 2009.
  Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Fumetti