Giannantonio Orsini

Giannantonio Orsini (Sorano, 25 marzo 1569Firenze, 1613) è stato un nobile italiano e ultimo conte di Pitigliano.

Stemma Orsini di Pitigliano

BiografiaModifica

Era figlio di Alessandro Orsini (?-1604), conte di Pitigliano, e di Virginia Orsini, figlia di Arrigo di Monterotondo.

Prima della morte del padre, suo fratello Bertoldo (1574-?) si era prestato a scacciare il genitore dalla contea con l'appoggio degli spagnoli, divenuti nemici dei Medici. Riconsigliatosi con gli spagnoli, nel 1604 Giannantonio fu costretto a vendere la contea di Pitigliano al granduca di Toscana Ferdinando I de' Medici in cambio di numerosi edifici di pregio in Toscana e il marchesato di Monte San Savino, del quale divenne primo marchese, titolo trasmissibile ai primogeniti. Nel 1608 giunse la nomina imperiale.

Morì a Firenze nel 1613.

OnorificenzeModifica

  Cavaliere dell'Ordine di Santo Stefano Papa e Martire
— 16 febbraio 1601

DiscendenzaModifica

Giannantonio sposò nel 1592 Nannina del Nero, senza discendenza[1].

NoteModifica

BibliografiaModifica