Giovanni Pietro Pinamonti

gesuita italiano

Giovanni Pietro Pinamonti (Pistoia, 27 dicembre 1632Orta, 25 giugno 1703) è stato un gesuita italiano.

BiografiaModifica

Giovanni Pietro Pinamonti nacque nel 1632 a Pistoia, in Toscana, figlio di Caterina Campanelli e Giovanni Pinamonti del Terchio. Nel 1647, a Roma vestiva l'abito della Compagnia di Gesù, compiendo gli studi di Rettorica e di Filosofia, completando il corso scolastico di Teologia. Dal 1664, insieme a Paolo Segneri, iniziava l'attività nelle missioni, dedicandosi particolarmente alle confessioni. Sulla sua attività di missionario scrive il Segneri, in Il Cristiano Istruito nella sua legge, Venezia, Paolo Baglioni, 1687:

«Ma perché dissi di presentarla sol'io? Ad essi le presenta con esso me, chi, se non dubitassi di fargli un torto, direi che non so distinguere da me stesso. E questi il Padre Gian Pietro Pinamonti, mio collega individuo nelle Missioni; il quale siccome da ventidue anni ha veduto con esso me quanto sia il bisogno dei Popoli abbandonati della Parola Divina per le campagne, così già da gran tempo mi ha stimolato vivamente quest'Opera, fino a congiunge meco indefessamente le mie fatiche in divisarla, in disporla, ed in trarla a fine. Dunque come uniti di cuore, così di sensi, la presentiamo ai Sacri Missionari»

Padre Pinamonti ricoprì l'incarico di Superiore alle Case dei Novizi di Roma e Firenze. Fu sepolto nella Cappella dell'Immacolata Concezione di Orta.

Padre Pinamonti per il suo carattere umile e pacifico lasciò a Padre Paolo Segneri l'onore di pubblicare i suoi scritti. Esso seguì la traccia del correligionario Alfonzo Rodriguez, spagnolo (1526_1646) che lasciò Esercizio di Perfezione, tradotto in italiano da Tiberio Putignano. Certamente fu presente ai voti solenni di Daniello Bartoli, emessi a Pistoia il 31 luglio 1643 storiografo della Compagnia di Gesù. Le opere letterarie del Pinamonti seguono la traccia del correligionario Alfonso Rodriguez (1526-1646) con il suo Esercizio di Perfezione, in lingua spagnola, tradotto in italiano nel 1646 da Tiberio Putignano.

OpereModifica

 
Leggi dell'impossibile, 1700
  • L'inferno aperto a cristiano perché non v'entri, Pazzoni & Monti, Parma, 1693
  • La sinagoga disingannata, Longhi, Bologna, 1694
  • Esercizj spirituali di S. Ignazio, Pier Marria Miccioni, Firenze, 1700
  • Leggi dell'impossibile, Firenze, Pier Mattia Miccioni & Michele Nestenus, 1700.
  • La vocazione vittoriosa, Leonardo Pittoni, Venezia, 1702
  • Il Direttore, Stampe degli Agnelli, Firenze e Milano, 1705
  • La religiosa in solitudine, Giacomo Tommasini, Venezia, 1707
  • Causa divitum, seu obligationes et fructus eleemosynae, Immel, Freising, 1720
  • Via Coeli complanata, seu detecta salutis impedimenta, et methodus eadem superandi, Joseph Anton Köß, Fulda, 1730
  • Opere. Con breve ragguaglio della sua vita, Pezzana, Venezia, 1733
  • I alithini sofia, ex typographia Carattoniana, Veronae 1791 (edizione seconda in greco)
  • La causa de' ricchi: ovvero il debito ed il frutto della limosina, Garisenda, Bologna 1836

BibliografiaModifica

  • Bibliotheque de la Compagnie de Jesus, 6° vol., Bruxelles, Schepers, 1895

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN12424383 · ISNI (EN0000 0001 0870 7770 · SBN MILV078007 · BAV 495/236549 · CERL cnp01260342 · LCCN (ENnr93021325 · GND (DE104087110 · BNE (ESXX1380352 (data) · BNF (FRcb12567834r (data) · J9U (ENHE987007266547205171 (topic) · CONOR.SI (SL140882531 · WorldCat Identities (ENlccn-nr93021325
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie