Apri il menu principale

Giovanni Stefano Caramia (Martina Franca, 1630Martina Franca, 1698) è stato un pittore italiano, artista originalissimo per la complessità simbolica e per la forza espressiva della sua visionaria pittura religiosa[senza fonte]..

Indice

BiografiaModifica

Opere (parziale)Modifica

  • La Madonna della Grazia, San Michele Arcangelo e le anime del Purgatorio, Martina Franca, Chiesa del Monte Purgatorio[1].
  • La Madonna della Libera, San Michele Arcangelo appare al vescovo Lorenzo Maiorano" (1660), Martina Franca, Chiesa del Carmine[2].Francesco Semeraro, La pittura visionaria di Giovanni Stefano Caramia, Citta & cittadini, Umanesimo della Pietra 2005.
  • Ingresso di San Cataldo a Taranto (1675), Cattedrale di San Cataldo, Taranto[3][4].

NoteModifica

  1. ^ C. Simonetta, Caramia chierico Giovanni, sul sito Personaggi di Martina Franca.
  2. ^ Guida d'Italia. Puglia, Touring Club Italiano.
  3. ^ G. Chiarelli, M. Paone, Studi di storia pugliese in onore di Giuseppe Chiarelli, Congedo, 1974 (volume 3).
  4. ^ Sito ufficiale della Cattedrale di Taranto., su cattedraletaranto.it. URL consultato il 16 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2014).

BibliografiaModifica

  • Francesco Semeraro, La pittura visionaria del cavaliere Giovanni Stefano Caramia, Città e Cittadini, Umanesimo della Pietra, Annuario n. 11, dicembre 2005, Martina Franca.
  • Guida d'Italia. Puglia, Touring Club Italiano.
  • C. Simonetta, Caramia chierico Giovanni, sul sito Personaggi di Martina Franca.
  • G. Chiarelli, M. Paone, Studi di storia pugliese in onore di Giuseppe Chiarelli, Congedo, 1974 (volume 3).