Giuliano Saba

monaco greco antico
San Giuliano Saba

Eremita

 
Morte377
Venerato daTutte le Chiese che ammettono il culto dei santi
Ricorrenza17 gennaio

Giuliano Saba (... – 377) fu un eremita, venerato come santo dalla Chiesa cattolica.

BiografiaModifica

Giuliano Saba ci è noto grazie ad una biografia di Teodoreto di Cirro: iniziò la sua attività di eremita dall'Osroene, per poi passare sul monte Sinai, ove fondò una basilica nel luogo in cui si riteneva che Mosè avesse ricevuto le Tavole della Legge.

Suoi famosi discepoli furono Acacio, Giacomo e Asterio[1].

CultoModifica

La Chiesa cattolica lo considera santo e lo ricorda il 17 gennaio. Dal Martirologio Romano: «Nell'Osroene, nelle terre oggi divise tra Siria e Turchia, commemorazione di san Giuliano, asceta, soprannominato Saba, cioè vecchio; benché avesse rigettato il clamore cittadino, lasciò tuttavia per qualche tempo l'amata solitudine, allo scopo di confondere ad Antiochia i seguaci dell'eresia ariana.»

NoteModifica

  1. ^ Fotios Ioannidis, Il monachesimo primitivo in Siria e in Palestina.
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie