Grotta Krubera

Grotta Krubera
YURIY KASYAN.jpg
All'entrata della grotta
StatoGeorgia Georgia
Profondità2197 m
Altri nomiGrotta Voronya
Coordinate43°24′35″N 40°21′44″E / 43.409722°N 40.362222°E43.409722; 40.362222
Mappa di localizzazione: Georgia
Grotta Krubera

La grotta Krubera è situata in Abcasia in Georgia. L'ingresso della grotta è sul massiccio di Arabika.

Schema della grotta

È il secondo abisso conosciuto più profondo al mondo (-2.197 metri), dopo la grotta Veryovkina. Questa profondità è stata confermata al raduno degli speleologi Imagna 2005 dal moscovita Denis Provalov. Tale profondità è stata raggiunta nel ramo Windows for divers. Gli speleosub si sono fermati per il momento di fronte ad un quinto sifone, comprendendo nel computo il sifone Bermuda che si trova a -1450 metri.

Durante una spedizione scientifica iberico-russa denominata CaveX team è stato scoperto l'animale che vive più in profondità sotto terra, il collembolo (un esapode cieco simile a un insetto) Plutomurus ortobalaganensis.[1]

La grotta Krubera divenne ufficialmente la più profonda al mondo a seguito dell’esplorazione condotta nel gennaio 2001 da una spedizione ucraina, scesa fino alla profondità record di -1710 m, presto superata nelle spedizioni successive.

Quella dell’ottobre 2004 comprendeva anche due italiani (Matteo Rivadossi e Giacomo Rossetti) ed è scesa per la prima volta oltre i -2000 m. Durante questa spedizione è stata scoperta una galleria molto stretta, lunga 90 m, poi chiamata “Galleria dei Sogni”. Per superarla si deve procedere strisciando. L’esplorazione del 2004 si arrestò ad una sala che è stata chiamata “Game Over”, posta a -2080 m.[2]

Questo record è stato battuto il 10 agosto 2012 dallo speleologo Gennady Samokhin (originario della Crimea), tuttora detentore del Cave diving depth world record a -2197 m. Tale profondità è stata raggiunta nel ramo “Windows for divers”, dopo aver superato tre sifoni allagati, uno dei quali ha una strettoia che costringe gli speleosub a togliersi le bombole e ad effettuare delle contorsioni per poter passare. Per superare il record precedente, Samokhin è rimasto immerso un’ora in un sifone, dal momento che l’ultimo tratto della grotta era invaso dall’acqua, ma poi è stato impossibilitato a proseguire. Gli esploratori sono quindi ritornati in superficie, impiegando due settimane per la risalita. Il record è stato superato, ma nessuno ha ad oggi ancora raggiunto il fondo della grotta Krubera.

NoteModifica

  1. ^ Articolo di Repubblica su Plutomurus Ortobalaganensis
  2. ^ A.Mizielinska-D.Mizielinski, Sottacqua Sottoterra, Milano, Mondadori, 2015, pp. 42-43, ISBN 978-88-918-0380-1.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica