Hemeroskopion (in greco antico: Ἡμεροσκόπιον?, Hēmeroskòpion)[1] era una colonia greca d'Occidente, situata sulla costa settentrionale del Cabo de la Nao, nella regione di Alicante, in Spagna,[1] nei pressi degli attuali porti di Denia o di Aduanas.[1] Venne fondata verso la fine del VII secolo a.C. o all'inizio del VI secolo a.C..[1]

Hemeroskopion
Nome originale in greco antico: Ἡμεροσκόπιον?, Hēmeroskòpion
Cronologia
Fondazione fine del VII secolo o inizio VI secolo a.C.
Fine 237 a.C.
Causa Distruzione da parte di Amilcare nel contesto della prima guerra punica.
Localizzazione
Stato attuale Bandiera della Spagna Spagna
Località Porto di Dénia
Coordinate 38°50′25″N 0°06′31″E
Cartografia
Mappa di localizzazione: Spagna
Hemeroskopion
Hemeroskopion

Storia modifica

Si trovava sulla via degli empori greci per le Colonne d'Ercole, ma il suo scopo era anche quello di commerciare con l'interno della Spagna, in particolare con i centri metalliferi della Sierra Morena che erano in mano agli Iberi (La Serreta, Covalta, Saetabi, Minateda, Albaida e Mogente).[1]

Nella colonia era anche probabile che fosse presente una base focese, che andava a completare la loro serie di scali nel Mediterraneo occidentale.[1]

Quando, nel contesto della prima guerra punica, Amilcare sbarcò nella penisola nel 237 a.C., Hemeroskopion fu distrutta.[1]

Note modifica

  1. ^ a b c d e f g Bosi, p. 38.

Bibliografia modifica