Apri il menu principale

Hi-hat

strumento musicale composto da una coppia di piatti montati orizzontalmente

1leftarrow blue.svgVoce principale: Batteria (strumento musicale).

Hi-hat
Informazioni generali
Classificazione 111.24
Idiofoni a percussione diretta
Uso
Musica jazz e black music
Musica pop e rock
La batteria
Drum kit illustration edit.svg

1 Grancassa | 2 Timpano | 3 Rullante

4 Tom-tom | 5 Hi-hat (charleston) | 6 Piatto ride e Piatto crash

Altri componenti

Piatto China | Piatto sizzle | Piatto splash
Campanaccio | Tamburello | Woodblock
Bacchette | Battenti | Spazzole | Jam-block
Rototom | Octoban

Lo Hi-hat (chiamato anche, in italiano e altre lingue ma non in inglese, charleston) è uno strumento musicale composto da una coppia di piatti montati orizzontalmente su un supporto metallico dotato di pedale, che ne consente l'impiego a un batterista seduto.

CaratteristicheModifica

Grazie a un meccanismo a pedale che permette all'esecutore di sollevare il piatto superiore dal piatto inferiore separandoli, le sfumature sonore che si possono ottenere sono molteplici.

Nei contesti di musica moderna i piatti hi-hat sono suonati con le bacchette o con le spazzole tenendo i due piatti chiusi, semi-chiusi o aperti. Il suono denso dei piatti hi-hat suonati aperti è molto utilizzato nella musica heavy metal, dove le chitarre elettriche distorte non lasciano spazio ad esecuzioni fragili.

Una sonorità importante è anche quella cosiddetta foot splashes che si ottiene facendo colpire i due piatti fra loro con il pedale e sollevando subito il piede, lasciando i piatti liberi di vibrare. Per allineare correttamente i piatti e favorire questa tecnica, il piatto bottom può essere inclinato per mezzo di una vite di regolazione posta accanto al tubo verticale del supporto. Quando il piede chiude i due piatti aperti, arrestandone la vibrazione, si ottiene un suono secco chiamato chick.

Solitamente il piatto top è più leggero del bottom. In commercio si trovano anche coppie di top e bottom con caratteristiche completamente diverse. Esistono anche dei piatti bottom con il bordo ondulato o con dei fori sulla superficie: questi accorgimenti servono ad eliminare il caratteristico suono del fruscio dell'aria che esce quando il charleston viene chiuso.

Accessori per il charlestonModifica

Esistono speciali hi-hats, detti remote hi-hats, posizionabili in punti diversi del set rispetto all'ubicazione standard, generalmente usati in aggiunta a quello normale, e forniti di meccanismi di trasmissione del movimento a cavo. Ci sono anche dei sostegni per piatti hi-hat chiusi che sono usati soprattutto dalle persone che usano il doppio pedale. Un'alternativa più economica a questo speciale sostegno è data dal drop clutch: questo dispositivo, è attaccato all'asticella dell'hi-hat al posto del fermo normale e ha una grande leva, che, quando viene abbassata mediante le mani o le bacchette, libererà il piatto superiore dalla presa, facendolo cadere su quello inferiore. Il piatto superiore tornerà ad essere attaccato al fermo, semplicemente premendo il pedale del charleston.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica