Ialiso (in greco antico: Ἲαλυσος; in latino: Ialysus) era il nome dell'eroe eponimo della città di Ialiso, nell'isola di Rodi.

Indice

MitoModifica

Nella mitologia greca, Ialiso era figlio di Cercafo, a sua volta figlio di Elio, e della nipote Cidippe (o Lisippe). Dalle nozze incestuose oltre a Ialiso nacquero Lindo e Camiro; i tre figli furono gli eroi eponimi delle tre principali città dell'isola di Rodi: Ialiso, Lindo e Camiro. Secondo Pindaro, Ialiso era il maggiore dei tre fratelli[1][2].

Ialiso è noto per essere stato il soggetto di numerosi quadri, perché più volte rifatti, del pittore Protogene, IV secolo a.C.[3].

NoteModifica

  1. ^ Pindaro, Olimpica VII, 74, con lo Scolio
  2. ^ Eustazio di Tessalonica, Ad Hom. p. 315
  3. ^ Plinio il Vecchio, Naturalis Historia, XXXV

BibliografiaModifica

  • Leonhard Schmitz, "Ialysus" in William George Smith (ed), Dictionary of Greek and Roman Biography and Mythology. London: J. Walton, 1849, Vol. II (Earinus-Nyx), p. 548 (on-line) (EN)

Voci correlateModifica

  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca