Apri il menu principale

Idris II (in arabo: إدريس بن إدريس بن عبد الله بن الحسن‎, Idrīs b. Idrīs b. ʿAbd Allāh b. al-Ḥasan; 791828) fu il secondo sultano della dinastia idriside, figlio di Idrīs I, regnò sul Maghreb al-Aqsa (l'attuale Marocco) dall'803 all'828, nacque a Volubilis due mesi dopo la morte del padre Idrīs I, avvenuta nel 791, venne nominato imām e prese il potere all'età di 11 anni.

Entrata della Zawiya di Idris II, il mausoleo di sepoltura di Idris II nella medina (città vecchia) di Fès (Marocco), costruito in epoca merinide

Alla morte di Idrīs I, la moglie Kenza (figlia del capo delle tribù berbere Awraba) era incinta, e tre mesi più tardi diede alla luce un bambino che prese il nome del padre defunto.

Rashīd, l'uomo che aveva accompagnato Idris I nel suo esilio da Baghdad al Marocco, esercitò una sorta di reggenza con Abū Khalīl al-ʿAbdī sul giovane successore.

A undici anni fu proclamato imām, ma Rashīd detenne ancora il potere effettivo per molti anni.

Fès, la città fondata da Idrīs I e ampliata da Idrīs II, accolse un grande flusso di esuli provenienti dalla Spagna islamica e dall'Ifrīqiya.

Idrīs II impose rapidamente la sua sovranità su tutto il Maghreb al-Aqsa. Entrò presto in conflitto con Ibrahim ibn al-Aghlab, il signore aghlabide dell'Ifrīqiya.

Morì nell'828 e gli succedette al trono il figlio Muhammad ibn Idris

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN284193591 · ISNI (EN0000 0003 9055 026X · LCCN (ENn87871402 · BNF (FRcb12049301m (data)
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie