Apri il menu principale

Iginio Ugo Faralli

diplomatico italiano
Iginio Ugo Faralli

Vice Governatore della Colonia delle Isole Italiane dell'Egeo
Durata mandato 18 settembre 1943 - 7 maggio 1945
Predecessore Inigo Campioni
Successore carica abolita

Dati generali
Professione Diplomatico

Iginio Ugo Faralli (18891957) è stato un diplomatico italiano.

BiografiaModifica

Iginio Ugo Faralli era nato nel 1889 e, dopo gli studi universitari, era entrato nella carriera diplomatica raggiungendo già dal 1912 il grado di Console Generale di prima classe. Dal 9 agosto 1926 al 1º luglio 1927 ricoprì la carica di Console Generale d'Italia a Scutari (Albania)[1]. Nel 1941 venne inviato nel Dodecaneso italiano per assumere la carica di Segretario Generale del Possedimento, quando ancora ne era governatore il generale Ettore Bastico, sostituito di lì a breve dall'ammiraglio Inigo Campioni. Durante questi anni di segretariato il Faralli ebbe modo di prendere confidenza con i territori coloniali nel Mediterraneo ed in particolare con le problematiche relative all'amministrazione civile dal momento che i due militari si erano dimostrati poco pratici in questo senso.

Il 27 maggio 1943 Iginio Ugo Faralli ottenne il titolo di vicegovernatore delle Isole dell'Egeo. Dal 1943 il governatore Campioni aveva sottoscritto un documento col quale, in caso di sua assenza, le sue veci sarebbero state rette dal vicegovernatore che aveva l'obbligo di rimanere al comando sino a che non venisse espulso con la forza. Di li a poco Campioni fu rimosso dal proprio incarico perché arrestato dagli occupanti tedeschi, e Faralli rimase vice governatore, mentre le isole erano occupate da truppe germaniche al comando del generale Ulrich Kleemann, dapprima comandante dell'Isola di Rodi e poi dell'Egeo Orientale, che aveva il potere effettivo. Il ruolo di Faralli venne quindi sempre più ridotto e infine nel maggio 1945 venne rimandato in Italia dai nuovi occupanti britannici.

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ La sede del Consolato Generale d'Italia a Scutari, su consscutari.esteri.it. URL consultato il 12 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 23 giugno 2012).

OpereModifica

  • Italiani nel Perù, Roma, Casa editrice Carlo Colombo, 1941

Collegamenti esterniModifica

  • Gli anni oscuri del Dodecaneso, che riporta il testo di Pignataro, Luca. Le Isole Italiane dell'Egeo dall'8 settembre 1943 al termine della seconda guerra mondiale in "Clio. Rivista internazionale di studi storici", 3(2001).
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie