Indice di citazione

Un indice di citazione è una sorta di banca dati bibliografica che consente a un utente di stabilire facilmente quali documenti sono citati in altri documenti. I primi indici di citazione risalgono al XIX secolo (Shepard's Citations, 1873).

Nel 1960 lo statunitense «Institute for Scientific Information» (ISI) di Eugene Garfield ha introdotto il primo indice di citazioni per gli articoli pubblicati su riviste scientifiche. Denominato inizialmente Science Citation Index (SCI), successivamente fu sdoppiato. Nacquero quindi il Social Sciences Citation Index (SSCI) e l'Arts and Humanities Citation Index (AHCI).
Il primo indice di citazione automatico è stato sviluppato da CiteSeer nel 1997. Altre fonti di tali dati includono Google Scholar.

Analisi delle citazioni e bibliometriaModifica

Se in passato il compito principale degli indici di citazione era di aiutare i ricercatori a trovare informazioni più facilmente, oggi questo sistema è sempre più utilizzato in bibliometria e valutazione della ricerca. Questi dati sono anche la base per il calcolo del fattore di impatto delle riviste scientifiche[1].

NoteModifica

  1. ^ Giuseppe Castello, Ricerca scientifica: strategie competitive per il Mezzogiorno e l'Italia, Guida Editori, 1995, p. 90.

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85026118