Apri il menu principale

Inno della Croce Rossa Italiana

"Di viva fiamma, di sangue vivo" è l'inno della Croce Rossa Italiana, scritto dall'avvocato Biagio Allievo, e musicato nel 1901 da Ruggero Leoncavallo

TestoModifica

Di viva fiamma, di sangue vivo
rosseggia e avvampa il tuo colore;
rechi la pace come l'ulivo,
schiudi le braccia, schiudi le braccia,
come l'amore, come l'amor.

O Croce Rossa! Ampie le braccia
dischiudi al vinto e al vincitor;
scagli pur l'odio la sua minaccia...
tu sei la pace, tu sei la pace,
tu sei la pace, tu sei l'amor.

Nel vivo sangue dei prodi intriso
il tuo germoglia purpureo fiore,
e il raggio sfolgora del tuo sorriso
come la vita, come la vita,
come la vita, fiamma d'amor.

O Croce Rossa! Labaro santo
sii tu del vinto, del vincitor;
gronda di sangue l'umano pianto
tu sei la pace, tu sei la pace,
tu sei la pace, tu sei l'amor.

Forse nei secoli lontani e turdi
avrà al fin requie l'uman livore...
a te noi supplici leviam gli sguardi,
a te gli anetiti, a te gli anetiti
a te gli anetiti, santi del cuor.

O Croce Rossa! Tu d'ogni guerra
fuga lo scempio, placa il furor...
e arridi e sfolgora sovra la terra,
sogno di pace, sogno di pace,
sogno di pace, alba d'amor!

Collegamenti esterniModifica