Isidoro di Beja

Isidoro di Beja (711754) è stato uno storico portoghese. Isidoro di Beja più conosciuto con il nome di Isidoro Pacensis fu un monaco lusitano.[1] Divenne vescovo di Beja nell'VIII secolo ed è noto per aver scritto la cronaca della famosa Battaglia di Poitiers nella quale Carlo Martello fermò l'avanza degli arabi: "Prospiciunt EuropeensAraba tentoria ordinata".[2] Per la prima volta viene usato in uno scritto storico, il termine "europei" per identificare la coalizione di popoli che si opponeva all'avanzata araba. Gli storici affermano che, il primo ad aver usato il termine "Europa" non come termine geografico ma per indicare un insieme di popoli, fu il monaco irlandese San Colombano in una sua lettera al papa Gregorio Magno alla fine del VI secolo.[3]

NoteModifica

  1. ^ (ES) Isidoro el Pacense, su Iglesia Evangelica Pueblo nuevo. URL consultato il 14 novembre 2017.
  2. ^ Francesca Canale Cama, Daniela Casanova, Rosa M. Delli Quadri, Storia del Mediterraneo moderno e contemporaneo, Alfredo Guida Editore, p. 133, 134, ISBN 978-88-6042-623-9.
  3. ^ Valeria Polonio, Colombano europeo? (PDF).

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN39769488 · GND (DE102511942 · BNE (ESXX1386053 (data) · CERL cnp00293146 · WorldCat Identities (ENviaf-39769488