Istruzione in Francia

sistema scolastico francese
Voce principale: Francia.

L'istruzione in Francia è simile a quella italiana. La scuola superiore e la scuola dell'infanzia sono facoltative, mentre le scuole primaria e secondaria sono obbligatorie.

Istruzione in Francia
Aula in una scuola elementare
Organismo responsabile
EnteMinistero dell'educazione nazionale
CapoGabriel Attal
(Educazione nazionale)
Sylvie Retailleau (Istruzione superiore e ricerca)
Informazioni generali
Lingua d'insegnamentolingua francese
Tipo di istruzionepubblica
Budget nazionale66 miliardi di euro
Obbligo scolasticoda 3 a 16 anni
Percentuale di alfabetizzazione
Totale99%
Uomini99%
Donne99%
Frequenza dei cicli di istruzione
Totale15 milioni
Istruzione primaria10 milioni
Istruzione secondaria5,7 milioni
Istruzione superiore2,3 milioni
Percentuale del conseguimento dei titoli accademici
Diploma41,2%
Laurea19,9%

Storia modifica

Agli inizi del Novecento la scuola francese era suddivisa in due distinti percorsi educativi, separati per censo e per classe sociale. La scuola comunale, ossia la scuola del popolo, era gratuita e positivista. I licei e i collegi, ovvero la scuola dell’aristocrazia e della ricca borghesia, erano a pagamento, tradizionalisti nei contenuti e nei metodi e, per la metà, erano costituiti da istituti religiosi.

La genesi della prima situazione risale al 1880, quando Jules Ferry, ministro dell’istruzione, volle "una scuola elementare in ogni municipio a costo di occupare l’ufficio del sindaco. Un atto che, insieme allo stipendio statale e alla pensione per i maestri, metteva definitivamente fine al monopolio che la Chiesa aveva avuto nel campo dell’educazione negli anni della Restaurazione e in quelli del Secondo Impero"; la battaglia decisiva si svolse in ambito rurale, che era ancora ampiamente conservatore, e qui decisivo fu il ruolo dei maestri. Spesso osteggiati dai tradizionalisti, dal clero e dai notabili locali, obbligati a comportamenti severi e rigorosi, dal 1880 gli “ussari neri della Repubblica”, come li definì Charles Peguy, «furono la versione laica del prete. Figli della classe contadina, erano disprezzati dai notabili e visti con soggezione dal popolo. Assegnati lontano da casa, furono a lungo degli isolati: una condizione pesante, soprattutto per le donne, che, assai più della vocazione, spiega la poca propensione al matrimonio. Ma il loro isolamento li spinse a sviluppare, per sé e per i loro allievi, ruoli e funzioni oggi insostituibili nella vita di ogni comunità francese: l’escursionismo, il campeggio, la raccolta museale di reperti storici, botanici e minerari, la corrispondenza con gli altri maestri e di conseguenza la letteratura pedagogica, la storiografia locale, dal momento che oltre che maestri erano spesso anche segretari comunali»[1].

Per capovolgere la seconda situazione, riguardante l'istruzione superiore, fu invece determinante, nel 1904, il divieto di istituire scuole religiose; le successive leggi del 1905, sulla separazione tra Stato e Chiesa, costituirono «il punto di non ritorno, istituendo quel principio di “saperi repubblicani” da cui nessuna delle due sponde della politica francese è oggi in grado di prescindere»[2].

Scuola dell'infanzia (École maternelle) modifica

Nome italiano Nome francese N° anno Durata (età) Nome corso
Scuola materna École maternelle 1 2-3 Toute petite section
Scuola materna École maternelle 2 3-4 Petite section
Scuola materna École maternelle 3 4-5 Moyenne section
Scuola materna École maternelle 4 5-6 Grande section

Scuola primaria (École primaire) modifica

Nome italiano Nome francese N° anno Durata (età) Nome corso
Scuola elementare École élémentaire 1 6-7 CP (Cours preparatorie 1e année)
Scuola elementare École élémentaire 2 7-8 CE1 (Cours élémentaire 2e année)
Scuola elementare École élémentaire 3 8-9 CE2 (Cours élémentaire 3e année)
Scuola elementare École élémentaire 4 9-10 CM1 (Cours moyen 4e année)
Scuola elementare École élémentaire 5 10-11 CM2 (Cours moyen 5e année)

Scuola secondaria (Collège) modifica

Nome italiano Nome francese N° anno durata Nome corso
Scuola secondaria Collège 1 11-12 anni Sixième (6e année)
Scuola secondaria Collège 2 12-13 anni Cinquième (5e année)
Scuola secondaria Collège 3 13-14 anni Quatrième (4e année)
Scuola secondaria Collège 4 14-15 anni Troisième (3e année)

Dopo aver frequentato il collège, bisogna superare un esame chiamato "Diplôme national du brevet" (DNB); dopodiché, si possono scegliere fra tre opzioni facoltative:

  • Frequentare due anni in un istituto professionale, con il conseguimento del "Certificat d'aptitude professionel" (CAP);
  • Frequentare tre anni in un istituto professionale, conseguendo al secondo anno o il CAP o il "Brevet d'études professionels" (BEP) e finendo la scuola con il Baccalauréat professionale;
  • Iniziare il primo dei tre anni di lycée con la 2de générale et technologique, proseguendo poi per altri due anni scegliendo o l'indirizzo technologique o l'indirizzo général e finendo con i Bac inerenti all'indirizzo scelto.

Il liceo si suddivide in:

  • liceo tecnologico e generale;
  • liceo professionale.

Durano entrambi tre anni e, alla fine bisogna, affrontare l'esame finale chiamato Baccalauréat.

Giudizi modifica

I voti, chiamati notes, vanno da 0 a 20 e la pagella (bullettin trimestriel) contiene un giudizio del professore.

Note modifica

Voci correlate modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica