Jean Broc

pittore francese

BiografiaModifica

Broc studiò pittura con il maestro Jacques-Louis David e fece parte della corrente neoclassica dei "Primitivi" o "Barbus" (Barbuti), che rivendicavano un più rigoroso approccio alle tematiche neo-greche. Morì in Polonia, dove aveva seguito la figlia Aline, sposata con il generale polacco Józef Dwernicki.

Broc è autore di un quadro celebrato, La morte di Giacinto, conservato nel museo Rupert de Chièvres di Poitiers.

OpereModifica

  • La scuola di Apelle, 1800, Louvre, Parigi
  • Il naufragio di Virginie, 1801
  • La morte di Giacinto, 1801
  • La morte di Desaix, 1801, castello di Versailles
  • Rinaldo e Armida, 1810
  • Ritratto di una guardia nazionale a cavallo, 1817
  • Il consulto della maga, 1819, Musée de Bayeux
  • La morte di Virginia, 1819
  • Gli arcangeli, 1834, chiesa di Yvré-l'Évêque

BibliografiaModifica

  • Brigitte e Gilles Delluc, Jean Broc et Pierre Bouillon, deux peintres périgourdins du temps de David, in «Bulletin de la Société historique et archéologique du Périgord», 2007, 134

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica