Jonas Sjöstedt

politico svedese

Jonas Sjöstedt (Göteborg, 25 dicembre 1964) è un politico svedese, presidente del Partito della Sinistra (Vänsterpartiet) dal 2012 al 2020 e dal 1995 al 2006 membro del Parlamento svedese.

Jonas Sjöstedt
Jonas Sjöstedt 02.JPG

Presidente del Partito della Sinistra
Durata mandato 6 gennaio 2012 –
2020
Predecessore Lars Ohly
Successore Nooshi Dadgostar

Membro del Parlamento svedese
In carica
Inizio mandato 2010

Europarlamentare
Legislature IV - V - VI
Gruppo
parlamentare
Alleanza della Sinistra Verde Nordica
Coalizione Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica
Collegio Svezia

Dati generali
Partito politico Partito della Sinistra

BiografiaModifica

Sjöstedt entrò ben presto in politica militando nella Ung Vänster, l'organizzazione giovanile del Partito della Sinistra. Nei primi anni del 1990, si impegnò come sindacalista nello stabilimento Volvo Trucks della città di Umeå dove egli stesso lavorò come metalmeccanico.

Nonostante la sua opposizione all'entrata della Svezia nell'Unione europea, si candidò e fu eletto deputato al Parlamento europeo nel 1995 e nuovamente nel 1999 e nel 2004, facendo parte del gruppo della Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica, fino alle sue dimissioni nel settembre 2006.[1]

Si trasferì e visse a New York fino al 2010, dove la moglie Ann Mawe lavorava come diplomatica per la delegazione svedese alle Nazioni Unite. In quegli anni Sjöstedt aderì al Partito Socialista degli USA e cominciò a scrivere romanzi polizieschi e di fantascienza e a collaborare con giornali e radio.

Tornato in Svezia, fu capolista del Partito della Sinistra e venne eletto come membro del Parlamento svedese nel 2010, nella provincia di Västerbotten, ottenendo quasi un terzo dei voti di preferenza della circoscrizione.[2]

Il 5 luglio 2011 Sjöstedt decise di candidarsi come leader del Partito nella Sinistra e il 6 gennaio 2012 i delegati del congresso lo elessero come nuovo presidente, con 179 voti a favore e 39 contro.[3]

Il 15 gennaio 2020, Sjöstedt ha annunciato che non avrebbe corso per la rielezione al Congresso del partito di sinistra nel maggio 2020.

NoteModifica

  1. ^ Pagina di Jonas Sjöstedt sul sito del Parlamento europeo, su europarl.europa.eu.
  2. ^ (SV) Voti di preferenza nel Vasterbotten, su val.se. URL consultato il 14 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2012).
  3. ^ (SV) Sjöstedt eletto nuovo presidente, su svt.se.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN86428737 · ISNI (EN0000 0000 5904 4527 · GND (DE1154487628 · BNF (FRcb165587493 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-86428737