Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il comune venezualano omonimo, vedi Juan Manuel Cajigal (comune).
Juan Manuel Cajigal y Martínez

Juan Manuel Cajigal y Martínez, pronunciato: xwan maˈnwel kaxiˈɣal i ˈniɲo (Cadice, 1754Guanabacoa, 1823), fu un capitano generale spagnolo.

BiografiaModifica

Con oltre due decenni di servizio, Cajigal giunse in Venezuela nel 1799, dove fece parte del Battaglione Veterano di Caracas. Dal 1804 al 1809 fu governatore della Nuova Andalusia (capitale Cumaná) nel Venezuela orientale. Promosso a maresciallo di campo, fu nominato capitano generale del Venezuela nel 1814. Controllò l'avanzata dei fedeli al re guidata da José Tomás Boves, che agiva in maniera indipendente. Cajigal diede le dimissioni in seguito all'arrivo di Pablo Morillo nel 1815, e ripartì per la Spagna l'anno seguente.

Nel 1819 fu nominato capitano generale di Cuba, dove nel 1820 ripristinò la Costituzione spagnola del 1812. Lo stesso anno diede le dimissioni a causa di problemi di salute, e si ritirò a Guanabacoa dove morì nel 1823.

Lo zio, il generale Juan Manuel Cagigal y Niño, era amico di Francisco de Miranda ed ufficiale comandante nella battaglia di Pensacola nel corso della guerra di indipendenza americana. Il matematico venezuelano Juan Manuel Cajigal y Odoardo era suo cugino di primo grado.

BibliografiaModifica

  • Héctor Bencomo Barrios, "Juan Manuel Cajigal y Niño", Diccionario de Historia de Venezuela, Caracas, Fundacíon Polar, 1997, ISBN 980-6397-37-1
  • Caracciolo Parra Pérez, Historia de la Primera República de Venezuela, Madrid, Ediciones Guadarrama, 1959
  • Stephen K. Stoan, Pablo Morillo and Venezuela, 1815-1820, Columbus, Ohio State University Press, 1959
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie