Kanthal è il marchio di fabbrica di una famiglia di leghe ferro-cromo-alluminio (FeCrAl) utilizzate in una vasta gamma di applicazioni di resistenza e alte temperature. Le leghe Kanthal FeCrAl sono costituite principalmente da ferro, cromo (20-30%) e alluminio (4-7,5%). La prima lega Kanthal FeCrAl è stata sviluppata da Hans von Kantzow ad Hallstahammar, in Svezia.

Filo resistivo in Kanthal

Le leghe sono note per la loro capacità di resistere a temperature elevate e con resistenza elettrica intermedia. Grazie a queste caratteristiche, viene spesso utilizzato in elementi riscaldanti.

Il marchio Kanthal è di proprietà di Sandvik Intellectual Property AB.

Per il riscaldamento, la resistenza dev'essere esposta all'aria. La lega Kanthal FeCrAl forma uno strato protettivo di ossido di alluminio (allumina).[1] L'ossido di alluminio ha un'elevata conduttività termica ma è un isolante elettrico, pertanto potrebbero essere necessarie tecniche speciali per realizzare buoni collegamenti elettrici.

La lega di Khantal standard (FeCrAl) ha un punto di fusione di 1 500 °C (2 730 °F). Speciali tipologie possono essere utilizzate fino a 1 425 °C (2 597 °F).

A seconda della composizione, la resistività è di circa 1,4 μΩ.m e il coefficiente di temperatura è +49 ppm / K.

Kanthal è utilizzato negli elementi riscaldanti per la sua flessibilità, durata e resistenza alla trazione. I suoi usi sono molto diffusi, ad esempio nei tostapane, riscaldatori domestici e industriali, forni e riscaldatori a diffusione (utilizzati nella fabbricazione di silicio cristallino).[2][3]

Di recente, Kanthal è stato utilizzato nelle resistenze di sigarette elettroniche. A differenza dei tipi di metallo alternativi come Nichrome, Kanthal è abbastanza resistente da sopportare le temperature necessarie, ma abbastanza flessibile ed economico da essere pratico.[4]

Kanthal è prodotto in con misure standard (AWG), sottile se il numero è più alto e sempre più spesso a mano a mano che il numero scende.

NoteModifica

  1. ^ Advanced Topic: Oxidation Resistant Materials (PDF), su sci-ed-ga.org (archiviato dall'url originale il 20 marzo 2005).
  2. ^ Kanthal heating technology products — Kanthal, su www.kanthal.com. URL consultato il 4 gennaio 2017.
  3. ^ Jérôme Harlay, A chemist’s advice: Don’t Dry-Burn your coil, su Vaping Post, 8 marzo 2016. URL consultato il 4 gennaio 2017.
  4. ^ misthub.com, Tutorial: NiChrome vs Ni-200 vs Titanium vs Kanthal vs Stainless Steel | MistHub, su www.misthub.com. URL consultato il 4 gennaio 2017.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN120149414901489550574
  Portale Materiali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di materiali