Apri il menu principale
Un vecchio pacchetto di sigarette Kent Ultras proveniente dal Sudafrica.

Kent è una marca di sigarette prodotta e commercializzata dalla R.J. Reynolds Tobacco Company e quindi dalla sua controllante Reynolds American.

Dato che, nel gennaio 2017, il consiglio di amministrazione della Reynolds American ha comunicato di aver accettato un'offerta di acquisto di 49,4 miliardi di dollari da parte della British American Tobacco (BAT), dicendo di ritenere che l'operazione di acquisizione sarà conclusa nel terzo trimestre dell'anno,[1] presto il marchio Kent, così come tutti gli altri marchi appartenenti alla Reynolds American o alle sue controllate, diventerà di proprietà della BAT.

Indice

StoriaModifica

Ampiamente riconosciute come le prime sigarette con filtro divenute popolari, le Kent furono lanciante sul mercato dalla Lorillard Tobacco Company nel 1952, più o meno nello stesso periodo in un cui una serie di articoli dal titolo "cancer by the carton" (in inglese: "Il cancro dal pacchetto"), pubblicata dal Reader's Digest, aveva spaventato i consumatori americani spingendoli a cercare marche di sigarette dotate di filtro in un mercato in cui la maggior parte dei prodotti ne era priva. Sul mercato esistevano già, in effetti, sigarette dotate di filtro (le prime ad adottarlo erano state le Viceroy, di proprietà della Brown & Williamson, nel 1936) ma, grazie alla grande propaganda del loro "famoso filtro Micronite" e alla promessa di garantire ai loro consumatori la "Migliore protezione della salute nella storia", le Kent sbaragliarono lo concorrenza. È stato infatti stimato che, solo nei primi quattro anni seguenti al loro lancio sul mercato, la Lorillard abbia venduto circa 13 miliardi di sigarette a marca Kent. Si scoprirà poi che, dal marzo 1952 al maggio 1956, almeno, il famigerato filtro Micronite delle Kent aveva contenuto asbesto blu,[2] una forma particolarmente pericolosa di amianto. Proprio per questo si sospetta che molti casi di mesotelioma riscontranti negli anni successivi fossero stati causati specificatamente dal consumo della prime Kent. La Lorillard cambiò comunque, sotto silenzio, il materiale del filtro, passando dall'asbesto ad un più comune acetato di cellulosa a metà del 1956.[2] Le vendite delle Kent continuarono a salire fino alla fine degli anni sessanta quando, a causa della presenza sul mercato di sempre più concorrenti, i quali promettevano filtri ancor più efficienti ed un minor contenuto di catrame, il marchio cominciò un lento e costante declino. Ciononostante le Kent rimasero fino al 1979 tra i 10 marchi di sigarette più venduti negli Statu Uniti d'America.[3]

Nel 1977, la Lorillard cedette i diritti di vendita oltreoceano dei propri marchi, incluso il marchio Kent,[4] e oggi le Kent sono prodotte e commercializzate nei mercati extra-statunitensi dalla British American Tobacco.

Nel luglio del 2014 la Reynolds American ha annunciato l'acquisizione, poi completato nel giugno del 2015 con la completa inglobazione della compagnia e la sparizione del suo nome dal mercato, della Lorillard Tobacco Company per 27,4 miliardi di dollari, con un esborso di 68,88 dollari ad azione; onde evitare problemi di antitrust la fusione comprese anche la vendita alla Imperial Tobacco Company (che poi cambierà nome in "Imperial Brands" nel 2016), per 7,1 miliardi di dollari, di alcuni marchi di sigarette di proprietà delle due aziende, tra cui Kool, Winston, Salem, Maverick e del marchio di sigarette elettroniche Blu eCigs. In conseguenza di ciò, nel giugno 2015 il marchio Kent fu posto dalla Rynolds American sotto il controllo della R.J. Reynolds Tobacco Company, una sua sussidiaria.[5][6]

Come già detto, nel terzo trimestre del 2017 è prevista la definitiva acquisizione della Reynolds American da parte della BAT, che arriverà così a controllare la produzione e la vendita del marchio Kent anche all'interno degli Stati Uniti d'America.[1]

CuriositàModifica

Il marchio prende il nome da Herbert Kent, uno dei precedenti dirigenti della Lorillard Tobacco Company.

 
Una pubblicità televisiva delle Kent negli Stati Uniti d'America negli anni cinquanta.

Tra il 1970 e il 1990 il marchio Kent fu il più richiesto in Romania e, in alcune parti del paese, le Kent erano addirittura usate come pagamento o metodo di corruzione. Negli anni ottanta le Kent non furono più disponibili nelle normali rivendite e ciò ovviamente fece fiorire il mercato nero, che era alimentato dal contrabbando fatto dai pochi rumeni a cui era permesso di viaggiare fuori dai confini (staff diplomatici, equipaggi di aerei, ecc..).[7][8]

Varietà disponibili negli Stati Uniti d'AmericaModifica

Attualmente le Kent sono vendute negli Stati Uniti d'America soltanto in pacchetti morbidi.

  • Kent Full Flavor - Kings e 100s
  • Kent Golden - Kings e 100s (Lights)
  • Kent III - Kings e 100s (Ultra Lights)

NoteModifica

  1. ^ a b British American Tobacco Agrees to Pay $49 Billion to Take Full Control of Reynolds American, The Wall Street Journal, 17 gennaio 2017. URL consultato il 19 luglio 2017.
  2. ^ a b W. E. Longo, M. W. Rigler e J. Slade, Crocidolite asbestos fibers in smoke from original Kent cigarettes, in Cancer Research, vol. 55, nº 11, 1995, pp. 2232—5, PMID 7757969.
  3. ^ Kent, Everything2.com. URL consultato il 27 luglio 2017.
  4. ^ Reynolds American Incorporated - Home, Lorillard.com. URL consultato il 27 luglio 2017.
  5. ^ It's official: $27.4B Reynolds-Lorillard merger complete., Triad Business Journal, 12 giugno 2015. URL consultato il 20 giugno 2017.
  6. ^ Dan Mangan, Feeling blu? E-cig company spun off in major tobacco deal, CNBC, 15 luglio 2014. URL consultato il 18 luglio 2017.
  7. ^ Jonathan Lynn, Cigarettes good as gold in Romania, in The Montreal Gazette, Reuters, 1º dicembre 1984. URL consultato il 27 luglio 2017 (archiviato dall'url originale l'11 aprile 2013).
  8. ^ In Romania, Smoking A Kent Cigarette Is Like Burning Money, The Wall Street Journal, 1º marzo 1986. URL consultato il 27 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 26 dicembre 2013).

Altri progettiModifica