La distruzione di Gerusalemme

opera di Giuseppe Giordani
La distruzione di Gerusalemme
GenereDramma sacro
MusicaGiuseppe Giordani
LibrettoCarlo Sernicola
Prima rappr.25 febbraio 1787
TeatroTeatro San Carlo, Napoli

La distruzione di Gerusalemme è un'azione sacra per musica, ovvero dramma sacro, con musica di Giuseppe Giordani su libretto di Carlo Sernicola.

La prima esecuzione ebbe luogo il 25 febbraio 1787 al Teatro San Carlo di Napoli.

Fu in assoluto il primo dramma sacro ad essere rappresentato in un teatro. Il successo che riscosse fu riportato nella "Gazzetta Universale" del 20 marzo 1787 ("Straordinario ed universale è stato l'applauso che ha riportato il Dramma sacro esposto nel Teatro San Carlo ...")[1].

Alla rappresentazione era presente anche Johann Wolfgang von Goethe che ne scrisse nel suo Italienische Reise.

NoteModifica

  1. ^ "Straordinario ed universale è stato l'applauso cha ha riportato il Dramma Sacro esposto nel Real Teatro di S. Carlo: il medesimo rappresenta la distruzione di Gerusalemme colla disfatta di Sedecia ultimo Re di Giuda e la rovina e l'incendio del Tempio. Ha al sommo contribuito al di lui felicissimo incontro la robusta bene adattata musica del celebre Don Giuseppe Giordaniello mirabilmente eseguita dai professori Roncaglia e Viganoni, e dalle virtuose Denzi, e Lucchesina. Sono poi di una bellezza straordinaria le scene inventate e dipinte dal rinomato sig. Domenico Chelli, che rendono un colpo di vista il più sorprendente, ed in special modo la scena del Tempio, e quella della Città quale vien prefa d'assalto a vista delli Spettatori da gran numero di truppe sì a piedi, che a cavallo con torre e macchine militari, onde si puol dire con tutta ragione che l'Autore abbia superato se stesso in questa nuova pittoresca invenzione. Il Dramma è pur esso nuovo del nostro giureconsulto Don Carlo Sernicola, condotto colla maggior facilità e connessione d'idee analoghe alla Storia". (dalla Gazzetta Universale del 20 marzo 1787, p. 184)

BibliografiaModifica

  • Franco Piperno, Drammi sacri in teatro (1750-1820), in: Mozart, Padova e la Betulia liberata. Committenza, interpretazione e fortuna delle azioni sacre metastasiane nel '700, atti del Convegno internazionale di studi (Padova 1989) a cura di Paolo Pinamonti, Olschki, Firenze 1991;
  • Franco Piperno, “Stellati sogli” e “Immagini portentose”: Opere bibliche e stagioni quaresimali a Napoli prima del Mosè, in: Napoli e il teatro musicale in Europa tra il XVIII e il XIX secolo. Studi in onore di Friedrich Lippmann, Olschki, Firenze 1993.
  • Anthony R. DelDonna, (Georgetown University, Washington, DC, USA), Esotismo e dramma quaresimale nel tardo Settecento a Napoli: uno sguardo sulla Debora e Sisara di Sernicola e Guglielmi, in: Le arti della scena e l'esotismo in età moderna, atti del Convegno internazionale (Centro di Musica Antica Pietà de' Turchini, Napoli 6-9 maggio 2004) a cura di Francesco Cotticelli e Paologiovanni Maione. Napoli: Turchini edizioni, 2006, pp. 421–448.