Apri il menu principale

1leftarrow blue.svgVoce principale: Lampada a scarica.

Halogen-Metalldampflampe HCI-TC G8,5 70W/942

La lampada ad alogenuri metallici o a ioduri metallici o lampada HQI è un'evoluzione della lampada ai vapori di mercurio e ha un analogo principio di funzionamento.

Indice

StoriaModifica

Le lampade ad alogenuri metallici erano inizialmente disponibili solo con il tubo di scarica in quarzo; successivamente, verso la metà degli anni '90, sono state immesse in commercio delle lampade ad alogenuri metallici con tubo di scarica formato da materiali ceramici.

DescrizioneModifica

Si differenziano sostanzialmente per il tipo di gas contenuto nel tubo di scarica e per la forma e finitura dell'ampolla. Il tubo di scarica contiene al proprio interno, oltre al mercurio, ioduri di sodio di tallio e indio. Nelle lampade più evolute vengono inserite anche le terre rare come il disprosio, l'olmio, il tulio e il cesio che permettono una migliore distribuzione spettrale e di efficienze luminose spettrali.

CaratteristicheModifica

Le lampade ad alogenuri in genere hanno una posizione di funzionamento obbligatoria e dei tempi di accensione e riaccensione simili a quelli delle lampade ai vapori di mercurio.

La temperatura di colore subisce variazioni che vanno dai 2.000 ai 3.000 kelvin, il valore dell'indice di resa cromatica (Ra) varia tra 65 a 95. L'efficienza luminosa oscilla tra gli 80 e gli oltre 95 lm/W al variare della potenza e della tipologia della lampada. Una lampada ad alogenuri metallici ha una durata di vita teorica stimata intorno alle 6.000 ore.

A fine vita, a causa dell’esaurimento degli alogenuri, queste lampade diventano instabili durante il funzionamento, causando il fenomeno della repentina accensione e spegnimento, in inglese detto “cycling”, fino a quando non si esauriscono completamente e non possono più nemmeno essere accese

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Elettrotecnica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di elettrotecnica