Lapo Mazzei

notaio italiano

Lapo Mazzei (Prato, 1350Firenze, 1412) è stato un notaio italiano.

BiografiaModifica

Durante la sua vita ebbe numerosi incarichi amministrativi e diplomativi, tra i quali la direzione dell'Ospedale di Santa Maria Nuova.[1]

Fu autore di un lungo carteggio, costituito da 500 lettere, con Francesco Datini al fine di fondare il "Ceppo dei Poveri".[2]

Nei suoi scritti evidenziò un grande sentimento religioso, oltre che ideali morali e umanitari, grazie ai quali convertì a più nobili ideali il mercante.[1]

Suo figlio fu l'orafo Bruno Mazzei.

NoteModifica

  1. ^ a b le muse, VII, Novara, De Agostini, 1966, p. 361.
  2. ^ Lapo Mazzei, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 23 giugno 2012.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN89229456 · ISNI (EN0000 0000 6184 3854 · GND (DE104349395 · BAV (EN495/220575 · CERL cnp00369214 · WorldCat Identities (ENviaf-89229456
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie