Apri il menu principale
Lasciar andare
Titolo originaleLetting Go
Altri titoliLasciarsi andare
AutorePhilip Roth
1ª ed. originale1962
1ª ed. italiana1965
Genereromanzo
Lingua originaleinglese
AmbientazioneStati Uniti d'America, XX secolo
ProtagonistiGabe Wallach
CoprotagonistiPaul Herz
Altri personaggiLibby, Martha

Lasciar andare (titolo originale Letting Go) - tradotto in precedenza in Italia col titolo Lasciarsi andare - è il primo romanzo di Philip Roth, scritto quando l'autore aveva 29 anni.

TramaModifica

Il libro racconta la storia di due ricercatori universitari: Gabe Wallach è un aspirante romanziere, Paul un aspirante accademico. Gabe, ricco giovane di New York, è un professore più per noia che per bisogno, figlio di un rinomato dentista, che ama incondizionatamente il figlio[1]. Gabe e Paul sono amici, almeno finché Gabe non conosce Libby, bella e sensuale moglie di Paul; i due, infatti, a un certo punto si baceranno. Poi la storia prosegue intrecciandosi con quella di Paul, che è ebreo. Mentre Libby è cattolica. Per entrambi la differenza religiosa non costituisce un ostacolo, ma per le loro famiglie rappresenta un grosso problema e non accettano la relazione. Per i due amanti si pone il quesito: lasciarsi andare o no?[2]

NoteModifica

  1. ^ Vincenzo Mantovani, «Il romanziere Roth. Lettere americane», «Il Mondo», 18 agosto 1965, p.8
  2. ^ Caterina Soffici, «"Lasciar andare", Philip prima di diventare Roth. La ristampa. L'esordio del 1962», «Il Fatto Quotidiano», 27 gennaio 2016, p.22

Edizioni italianeModifica

  • Lasciarsi andare, traduzione di Ettore Capriolo, Milano, Bompiani, gennaio 1965, pp. 696.
  • Lasciar andare, traduzione di Norman Gobetti, Collana Supercoralli, Torino, Einaudi, 2016, pp. 700.