Lente d'acqua dolce

strato lenticolare di acqua dolce flottante su di una massa di acqua salata a maggior densità

In idrogeologia, una lente d'acqua dolce (in inglese freshwater lens), o lente di Ghyben-Herzberg, è uno strato lenticolare di acqua dolce flottante sopra una massa di acqua salata a maggior densità, generalmente osservabile nel sottosuolo delle isole coralline e degli atolli, dei tomboli e di alcune tipologie costiere.[non chiaro]

Un esempio di lente d'acqua dolce

DescrizioneModifica

Nei periodi di forti precipitazioni, parte dell'acqua piovana, equivalente a circa la metà delle precipitazioni totali, non viene assorbita dalla flora di superficie e penetra nel sottosuolo, percolando attraverso gli strati di terreno fino a saturarli e accumulandosi a una profondità approssimativamente pari al livello del mare.[1] La falda di acqua dolce che si viene così a formare è soggetta a intrusioni di acqua salata marina, che sfumano i confini tra le due falde in una zona di mescolamento e possono dare origine al fenomeno del cuneo salino, provocando la contaminazione dell'acqua dolce e una conseguente diminuzione della effettiva risorsa idrica dolce sotterranea.[2]

I fattori determinanti per la formazione di una lente d'acqua dolce sono la permeabilità del suolo e la presenza di abbondanti precipitazioni. La falda acquifera è, infatti, soggetta a una ricarica pari alla differenza tra la quantità di precipitazioni infiltratesi nella falda e la variabile di evapotraspirazione.[3] Un altro fattore geologicamente significativo è il diametro della parte emersa dell'isola[non chiaro]: è stato osservato che isole con un diametro inferiore ai 200 m sviluppano di rado una lente d'acqua dolce.[4]

Riassumendo i diversi fattori alla base dell'idrogeologia delle lenti d'acqua dolce, è possibile ricavare la seguente formula:

 

dove   è la profondità massima raggiungibile dalla lente, in funzione dell'estensione della parte emersa dell'isola (  e  ), del tasso di precipitazioni ( ), della profondità degli strati geologici impermeabili sotterranei, o discontinuità di Thurber ( ), della porosità del terreno imbibito di acqua dolce ( ), dell'influenza geologica delle barriere rocciose circostanti ( ), e della misura del regime delle precipitazioni ( ) in relazione ad alcune variabili afferenti alla geografia del territorio e al periodo dell'anno preso in considerazione.[5]

La misura di   è suscettibile a variazioni in funzione dei parametri delle precipitazioni. Variazioni stagionali di moderata entità sono frequenti,[6] ma una forte diminuzione di   (la quantità delle piogge) è in grado di determinare un drastico abbassamento dell'estensione della lente. Questo fenomeno è stato osservato, per esempio, durante la siccità che colpì le Isole Marshall nel 1998.[7]

NoteModifica

  1. ^ Bailey et al.,  pp. 3-4.
  2. ^ Presley,  pp. 33-34.
  3. ^ Bailey et al.,  p. 2.
  4. ^ Bailey et al.,  p. 6; Presley,  p. 19.
  5. ^ Bailey et al.,  p. 8.
  6. ^ Presley,  p. 36.
  7. ^ Presley,  pp. 20-32.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2021001329
  Portale Geologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geologia