Libro facsimile

Un libro facsimile è una fotoriproduzione. Il libro originale che funge da modello viene scandito pagina per pagina; dalle immagini ottenute vengono quindi preparate le lastre per la stampa; infine i fogli stampati vengono legati insieme (per formare ciascun blocco libro): quest'ultima fase, affidata a botteghe artigiane, è svolta manualmente, secondo metodi conformi a quelli che furono adottati per creare il volume originale.

I libri facsimili riproducono, nella quasi totalità dei casi, opere manoscritte; in particolare, la tipologia di testo più replicata è rappresentata da libri decorati, come manoscritti miniati medievali.

A differenza delle copie anastatiche, i facsimili non si limitano a riprodurre il testo degli originali, ma intendono emularne le proprietà sensibili, come la dimensione delle pagine, la grammatura dei fogli, le cromie delle decorazioni, i materiali della legatura, gli elementi preziosi, ecc. Il facsimile intende essere indistinguibile dal libro originale, così come esso si presenta. I facsimili si differenziano anche dai falsi, poiché ne viene reso noto lo statuto di copia.

Nello specifico, perché la riproduzione di un libro possa essere considerata facsimile, è necessario che essa sia:

  • integrale, cioè completa in ogni sua parte, compresi i risguardi all'inizio e alla fine del libro originale.
  • a colori.
  • conforme all'originale, cioè la copia perfetta del libro originale così come esso si presenta oggi. L'opera viene riprodotta replicandone tutti i difetti: tarli, gore di umidità, tracce d'uso, impurità, parti mancanti, ecc.
  • legata manualmente (nel caso di carte legate in un blocco libro).

A questi requisiti se ne aggiungono altri, frutto di consuetudini editoriali consolidatesi nel corso degli anni:

  • la riproduzione deve essere commentata. Il facsimile è sempre accompagnato da un volume di commento, che contiene studi storico-artistici dell'opera riprodotta e talvolta può raccogliere la traduzione integrale del testo.
  • la riproduzione deve essere a tiratura limitata, cioè stampata in un numero di esemplari solitamente inferiore a mille.
  • la riproduzione deve essere garantita, cioè corredata di un certificato di garanzia che attesti sia la completezza e la conformità della riproduzione all'originale, sia il numero di esemplare.
  Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di editoria