Life Guards

Life Guards
Descrizione generale
Attiva21 maggio 1922 – oggi
(radici risalenti al 1660)
NazioneRegno Unito Regno Unito
ServizioFlag of the British Army.svg British Army
Tipocavalleria
RuoloGuardia d'onore
DimensioneReggimento
SoprannomePiccadilly Cowboys, Donkey Wallopers, Tins, Tinned Fruit, Piccadilly Butchers.
MottoHONI SOIT QUI MAL Y PENSE
Possa essere il male per coloro che ci pensano male
Comandanti
Comandante attualeElisabetta II
Regina del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

Il reggimento delle Life Guards è il reggimento più antico dell'esercito britannico. L'uniforme ha una tunica rossa e un pennacchio bianco. I cavalli indossano un sottosella bianca per i soldati e nera per gli ufficiali.

La loro missione è garantire la protezione della regina e degli edifici reali. L'edificio delle Life Guards a Whitehall, a due passi dalla residenza del Primo ministro, è il quartier generale delle guardie della Regina e funge da ingresso ufficiale al palazzo reale di Buckingham.

Il cantante britannico James Blunt è un ex ufficiale delle Life Guards.

Il tenente colonnello Andrew Henry Ferguson fu capo del corpo dall'aprile 1940 all'aprile 1943 e il tenente colonnello William H. Gerard Leigh dal novembre 1953 al marzo 1956.

StoriaModifica

Questo reggimento di cavalleria risale al 1658 (1st ou His Majesty's Own Troop of Horse Guards), era costituito da un gruppo originariamente di 80 lealisti che avevano seguito il re Carlo II in esilio in Olanda dopo la sconfitta di Worcester nel 1652. Originariamente era costituito da tre distacchi comandati da Lord Gerard di Brandon, Sir Charles Berkeley e Sir Philip Howard. Un quarto distacco era a Edimburgo, posto sotto il comando del conte di Newburg.[1]

Comandanti in capoModifica

I comandanti in capo sono:

  • 21 maggio 1922 – 1º febbraio 1936: Maresciallo di campo SM Re Giorgio V
  • 1º febbraio 1936 – 10 dicembre 1936: Maresciallo di campo SM Re Edoardo VIII
  • 10 dicembre 1936 – 6 febbraio 1952: Maresciallo di campo SM Re Giorgio VI
  • 6 febbraio 1952 – presente: SM Regina Elisabetta II

NoteModifica

  1. ^ André Champsaur, Le guide de l'art équestre en Europe, Lyon, La Manufacture, 4ème trimestre 1993, p. page 198, ISBN 978-2-7377-0332-4.

BibliografiaModifica

  • Granville Baker, Old Cavalry Stations, Heath Cranton Ltd, 1934.
  • Major N P Dawnay, The Standards of the Household Cavalry, Gale and Polden, Aldershot, n.d..
  • W Lloyd, Challengers and Chargers: A History of The Life Guards 1945-1992, Leo Cooper, 1992.
  • Andrew Roberts, Waterloo, Harper Collins, 2005.
  • Gavin Roynon, Massacre of Innocents: The Crofton Diaries 1914-15, Sutton publishing, 2004.
  • J N P Watson, Guardsmen of the Sky, Michael Russell, 1997.
  • Barney White-Spunner, Horse Guards, Macmillan, 2006, ISBN 978-1-4050-5574-1.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica