Apri il menu principale

Linceo (re di Scizia)

personaggio della mitologia greca, tramutato in lince
Linceo
Nome orig.Λυγκεύς
1ª app. inLe Metamorfosi
SessoMaschio
ProfessioneRe di Scizia

Linceo (in greco antico: Λυγκεύς) o Linco è un personaggio della mitologia greca, re barbaro di Scizia[1] (o secondo alcuni di Sicilia).

MitologiaModifica

Geloso della preferenza data dalla dea Demetra a Trittolemo (al quale fu dato l'incarico di insegnare agli uomini l'agricoltura), Linceo finse di riceverlo onorevolmente per poi cercare di trucidarlo, ma nell'istante stesso in cui il tiranno si accinse a dargli un colpo mortale fu improvvisamente trasformato nell'animale che è il simbolo dell'ingratitudine e della perfidia, cioè la lince.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b Ovidio, Le Metamorfosi, V, vv. 650 ss.
  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca