Apri il menu principale

Lingua puquina

lingua estinta un tempo parlata da un gruppo nativo nella zona del lago Titicaca e nel nord del Cile
Puquina
Parlato inBolivia Bolivia
Cile Cile
Perù Perù
Regionisponda meridionale del lago Titicaca
Locutori
Totaleestinta nel XVIII secolo.
Tassonomia
FilogenesiNon classificata
Codici di classificazione
ISO 639-3puq (EN)
Glottologpuqu1242 (EN)

Il Puquina è una lingua estinta un tempo parlata da un gruppo nativo nella zona del lago Titicaca (Perù e Bolivia) e nel nord del Cile. Viene spesso associato con la civiltà di Tiwanaku.

Residui del Puquina possono essere trovati nel quechua e nello spagnolo parlati nel sud del Perù, principalmente a Arequipa, Moquegua e Tacna, così come in Bolivia. Anche all'interno della lingua kallawaya paiono esserci reminiscenze del Puquina, tanto che, alcuni studiosi ritengono che il Kallawaya potrebbe essere una lingua mista tra il Quechua ed il Puquina. (Kaufman (1990) trova questa proposta plausibile.[1])

Alcune teorie sostengono che il "Qhapaq Simi", il linguaggio criptico della nobiltà Inca del Perù, fosse strettamente connesso al Puquina, mentre la "Runa Simi" la lingua del popolo, sarebbe correlato al quechua.

A volte il termine Puquina viene usato per la lingua uru, che però è una lingua differente.

NoteModifica

  1. ^ Willem Adelaar e Simon van de Kerke, The Puquina and Leko languages, in Symposium: Advances in Native South American Historical Linguistics, July 17-18, 2006, at the 52nd International Congress of Americanists, Seville, Spain. URL consultato il 19 settembre 2007.

BibliografiaModifica

  • Adelaar, Willem and van de Kerke, Simon (2009). Puquina. In: Mily Crevels and Pieter Muysken (eds.) Lenguas de Bolivia, vol. I, 125-146. La Paz: Plural editores. (in Spagnolo)
  • Nordhoff, Sebastian; Hammarström, Harald; Forkel, Robert; Haspelmath, Martin, eds. (2013). "Puquina". Glottolog. Leipzig: Max Planck Institute for Evolutionary Anthropology.
  Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica