Apri il menu principale

Lorenzo Arruga (Milano, 12 giugno 1937) è un giornalista e critico musicale italiano.

BiografiaModifica

Lorenzo Arruga si è laureato presso la facoltà di lettere e filosofia dell'Università cattolica di Milano sotto la guida di Mario Apollonio. Ha svolto attività giornalistica sia su giornali e riviste, sia per radio e televisione.

Nel 1977 ha fondato la rivista Musica Viva di cui è stato direttore fino alla chiusura nel 1994. Ha scritto numerosi libri, sia saggi di argomento musicale e di teatro musicale, sia romanzi sia traduzioni.

Ha composto alcune opere musicali e ha riscritto numerose versioni ritmiche di opere altrui.

OpereModifica

  • Incontri fra poeti e musicisti nell'opera romantica italiana (Soc. ed. Vita e Pensiero, 1968)
  • Il teatro del Settecento (Fabbri Editori, 1968)
  • Sei miti da distruggere, sette prospettive da studiare (Centro studi donizettiani, 1969)
  • Il teatro (Mursia, 1973)
  • Perché Carla Fracci (Blow-up, 1974)
  • Mozart: una vita / raccontata da Lorenzo Arruga; illustrata da Emanuele Luzzati (SIGEL, 1990)
  • La Scala (Electa, 1991)
  • Il riposo dell'artista: la Casa Verdi di Milano / testo: Lorenzo Arruga; fotografie: Silvia Lelli, Roberto Masotti (Touring Club italiano: Casa di riposo per musicisti Fondazione Giuseppe Verdi, 2002)
  • Suite algérienne (Mondadori, 2003)
  • Il teatro degli enigmi (Mondadori, 2004)
  • Mozart da vicino (Rizzoli, 2006)
  • Pier Luigi Pizzi: inventore di teatro / testo di Lorenzo Arruga; cronologia e ricerca iconografica di Franca Cella (U. Allemandi, 2006)
  • O dolce o strana morte (Rizzoli, 2007)
  • Il teatro d'opera italiano: una storia (Feltrinelli, 2009)
  • Pier Luigi Pizzi: inventore di teatro (2006-2015): bis! / testo di Lorenzo Arruga; cronologia e ricerca iconografica di Franca Cella (U. Allemandi, 2015)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN9973536 · ISNI (EN0000 0001 1364 7354 · SBN IT\ICCU\CFIV\100500 · LCCN (ENn86853668 · BNF (FRcb12754303h (data) · BAV ADV10077647 · WorldCat Identities (ENn86-853668