Lucas de Wael

pittore fiammingo

Lucas de Wael (Anversa, 1591Anversa, 1661) è stato un pittore fiammingo.

Ritratto dei fratelli Lucas e Cornelius de Wael di Wenceslas Hollar ripreso da un dipinto di Antoon van Dyck.

BiografiaModifica

Figlio ed allievo di Jan de Wael, si trasferì assieme al fratello Cornelis, anch'egli pittore, dalla città natale a Genova nel 1619. Nel capoluogo ligure i fratelli De Wael diedero vita ad una "colonia" di pittori fiamminghi, ricreando attorno alla loro casa-bottega, il modello tipico dell'ambiente di origine, adattandolo, però, alla nuova situazione. Tutto il lavoro e il movimento artistico che "girava" attorno alla loro abitazione offriva indubbi vantaggi per i più o meno conosciuti pittori fiamminghi che soggiornavano nella città ligure.

Accoglienza, domicilio, disponibilità di materiali e strumenti, facilitazioni di inserimento, raccomandazioni presso i committenti, regolamentazione della concorrenza; era tutto ciò che si poteva trovare rivolgendosi ai due fratelli.

Fu, inoltre, amico di Anton van Dyck, il quale dedicò a lui e a suo fratello un ritratto esposto nella Pinacoteca Capitolina a Roma.

Morì ad Anversa nel 1661.[1]

OpereModifica

NoteModifica

  1. ^ (NL) Lukas de Waal Dnbl.org

BibliografiaModifica

  • AA.VV., Musei di Strada Nuova a Genova, SKIRA, 2010

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN95945455 · ISNI (EN0000 0001 1495 6327 · CERL cnp01281297 · Europeana agent/base/118252 · ULAN (EN500040822 · LCCN (ENno2012089115 · GND (DE14349662X · BNF (FRcb178036586 (data) · J9U (ENHE987007407947705171 · WorldCat Identities (ENlccn-no2012089115