Apri il menu principale

Lucrina Fetti (Roma, 1600 circa – Mantova, 1651) è stata una pittrice italiana di età barocca.

Il pentimento di Maria Maddalena, attribuito al fratello Domenico, ma una copia del quale è stata attribuita a lei

Indice

BiografiaModifica

Quando giunse a Mantova nel 1614 al seguito del fratello Domenico Fetti, noto anche come il "Mantovano", chiamato dai Gonzaga come pittore di corte, aveva già appreso l'arte pittorica nella bottega romana del padre Pietro. Divenne monaca, abbandonando il nome di Giustina per Lucrina, entrando nel monastero di Sant'Orsola, istituzione religiosa fortemente voluta da Margherita Gonzaga. Nel primo Seicento due erano le istituzioni predominanti nella Mantova dei Gonzaga: la corte ducale e il convento di Sant'Orsola, presso le quali erano pittori di corte, ivi residenti, rispettivamente i fratelli Domenico e Lucrina Fetti.

I temi religiosi, ovviamente, caratterizzavano le opere di Lucrina essendo gli stessi esposti nel convento e nella chiesa di Sant'Orsola. Altra specializzazione riguardava la ritrattistica tanto che negli appartamenti privati di Margherita Gonzaga erano conservati ed esposti sette dipinti aventi per soggetto la stessa Margherita (2) e altre donne della famiglia Gonzaga[1].

OpereModifica

NoteModifica

  1. ^ Cynthia A. Gladen, cit., pag. 139.
  2. ^ fe.fondazionezeri.unibo.it

BibliografiaModifica

  • Cynthia A. Gladen, Suor Lucrina Fetti: pittrice in una corte monastica seicentesca in I monasteri femminili come centri di cultura fra Rinascimento e Barocco, Roma 2005, Edizioni di storia e letteratura

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN65100506 · ISNI (EN0000 0000 1720 8140 · GND (DE129951471 · CERL cnp00642293