Apri il menu principale

Luigi Giavini (Busto Arsizio, 22 ottobre 1936) è uno storico e scrittore italiano, appassionato di storia locale, principalmente della sua città natale.

Diplomato al liceo classico Daniele Crespi di Busto Arsizio nel 1956 e laureatosi in chimica industriale presso l'Università degli studi di Milano nel 1962, è un autore di libri, saggi e articoli relativi alla storia di Busto Arsizio e dell'Altomilanese; grazie anche al suo passato di imprenditore, è un esperto conoscitore della storia dell'industria tessile lombarda.[1]

Indice

Premi e riconoscimentiModifica

  • Benemerenza civica del comune di Busto Arsizio (2008)
  • Premio Biella Letteratura e Industria 2013 per Una lacrima di blu. Colori, tessuti, imprese: la memoria del lavoro nelle parole di ieri[2]
  • Paul Harris Fellow del Rotary Club Busto Arsizio-Gallarate-Legnano "Ticino"

PubblicazioniModifica

LibriModifica

Quello che segue è un elenco parziale dei libri scritti da Luigi Giavini:

  • Parlà, a l'è fià. Busto Arsizio e i suoi proverbi (coautore Bruno Grampa, 1981)
  • Ul calimón (1982)
  • Dizionario della lingua bustocca (tre volumi, 1983-1986)
  • Ul ven da Büsti (coautore Angelo Grampa, 1987)
  • Madegozzi e medisin (coautore Angelo Grampa, 1992)
  • Ul Pá Pén (1993)
  • Al lissi al füssi al sissi (1996)
  • Sui sentieri dell'emigrazione da Busto Arsizio al Sud-America[3] (1997)
  • Raso da 8 una storia cotoniera infinita (1999)
  • Le origini di Busto Arsizio dai Liguri ai Longobardi (2002)
  • Spira aprile maggio nasce. Millenni ritrovati in danze, canti, leggende, memorie e memorie... (2004)
  • Trama e ordito di una città. Da Busto Arsizio viaggio nella millenaria storia non solo tessile dei fustagni di Lombardia (2006)
  • La fiaba del cotone. Viaggio nel mondo fantastico di marchi, segni ed etichette tessili del XIX e della prima metà del XX secolo (2007)
  • Memoria e speranza. Dal fronte della Grande Guerra diari di due "nemici" (2009)
  • Il colore dell'Aurora. La rivoluzione cromatica della chimica moderna (2010).
  • Ravie. Lo stupore dal presepe alla croce (2011)
  • Una lacrima di blu. Colori tessuti e imprese: la memoria del lavoro nelle parole di ieri (2012)
  • Cirléi. Pensieri in volo (2013)
  • Gesti d'Amùi (2015)

SaggiModifica

Giavini è stato autore di diversi saggi inseriti in pubblicazioni di carattere culturale. Tra queste, si ricordano:

  • Un'analisi della poesia di Pasquale Gilardi Lelèn in La voce di Castagnola (1986)
  • La svolta tecnologica nell'industria a Busto Arsizio e L'età dell'oro delle tradizioni bustocche in Rassegna di vita bustese 1920-1940. Documenti ed immagini (1989)
  • La poesia di Angelo Azzimonti in Guti da rusàa di Angelo Azzimonti (1989)
  • I bustocchi al Sacro Monte in IX sagra di S. Rocco (1990)
  • È Natale in Notiziario della Famiglia Bustocca (1990)
  • Chiese fede e tradizioni in Gesi da Büsti di Mariolino Rimoldi (1994)
  • I Re Magi a Busto Arsizio in Terra Ambrosiana (1995)
  • La poesia di Carla Mocchetti in Rassù di Carla Mocchetti (1995)

Ha inoltre collaborato alla realizzazione del volume Il Museo del Tessile e della tradizione industriale di Busto Arsizio, pubblicato dall'amministrazione comunale in occasione dell'apertura dell'omonimo museo.

Altri suoi saggi si trovano in Molini Marzoli Massari, un recupero d'eccellenza, Per i 150 anni dell'Asilo di S.Anna in Busto Arsizio, Angelo Borri, una vita per la vita e Busto anni '30-'40.

AltroModifica

Giavini è stato anche autore di DVD e CD sulla storia tessile di Busto Arsizio e dell'audiocassetta Omaggio bustocco all'Europa, realizzata a cura del Magistero dei Briscitti in memoria di Bruno Grampa.

NoteModifica

  1. ^ Luigi Giavini spopola a Biella con Una lacrima di blu, in LegnanoShopping, 27 maggio 2013. URL consultato il 21 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 22 marzo 2014).
  2. ^ Premiazione vincitori premio biella letteratura e industria, biellaletteraturaindustria.it. URL consultato il 17 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).
  3. ^ La seconda parte del libro è dedicata alla storia della devozione alla Madonna dell'Aiuto a Montevideo (Uruguay), con la scoperta di una sua statua identica a quella conservata presso il Santuario di Santa Maria di Piazza di Busto Arsizio.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN38701512 · ISNI (EN0000 0001 0779 9204 · LCCN (ENn99001470 · BNF (FRcb162482417 (data) · WorldCat Identities (ENn99-001470