MUSA (MUltichannel Speaking Automaton)

MUSA (MUltichannel Speaking Automaton) è stato un pionieristico prototipo di un computer specializzato nella sintesi vocale il cui studio è iniziato nel 1975.

Disco contenente la canzone Fra Martino campanaro cantata da MUSA nel 1978

DescrizioneModifica

Il sistema consisteva in un computer stand-alone dotato di un software specializzato nella sintesi vocale con uso di tecnologia a difoni. MUSA è stato uno dei primi sistemi di sintesi TTS (text-to-speech) in real time e il primo per la lingua italiana. Esso era capace sia di parlare in italiano con voce robotica intellegibile che di cantare con 8 canali in parallelo, con uso di tecniche Linear predictive coding[1]. Nel 1978 fu pubblicato, dopo la costruzione di un prototipo funzionante[2], un disco da 45 giri contenente una dimostrazione di tale tecnologia di sintesi, inclusa la canzone Fra Martino Campanaro cantata a cappella (ovvero, a più voci) in allegato ad alcune riviste per il grande pubblico[3]. In tale data, con questo progetto il gruppo di ricerca CSELT sulle tecnologie vocali, più tardi divenuto Loquendo, si dimostrò essere l'unica realtà industriale al mondo, oltre AT&T, a disporre di una tecnologia di sintesi vocale di interesse industriale[4].

Queste ricerche furono condotte nello CSELT di Torino dal gruppo di Tecnologie Vocali diretto dall'ingegner Giulio Modena.

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Roberto Pieraccini, The Voice and the Machine, MIT Press, 2015, ISBN 0262533294.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica