Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo videogioco, vedi MadWorld.
Mad World
ArtistaTears for Fears
Tipo albumSingolo
Pubblicazione20 settembre 1982
Durata3:32
Album di provenienzaThe Hurting
GenereSynth pop
New wave
EtichettaMercury Records
ProduttoreChris Hughes, ROss Collum
Registrazione1982
Tears for Fears - cronologia
Singolo precedente
(1982)
Singolo successivo
(1983)

Mad World è un brano dei britannici Tears for Fears del 1982. Composto da Roland Orzabal, fu il terzo singolo estratto da The Hurting — album di debutto del gruppo — nonché il primo grande successo del gruppo, sia in patria (terzo posto della Official Singles Chart a novembre 1982) che all'estero.

StoriaModifica

Il primo abbozzo di Mad World risale a quando Orzabal aveva 19 anni; deliberato tentativo di scrivere un brano sulla falsariga di Girls on Film dei Duran Duran, fu affidato a Curt Smith per l'esecuzione dopo che lo stesso Orzabal, che la provò alla chitarra, non fu soddisfatto dell'esito canoro[1].

Il brano fu inizialmente inteso come lato B del singolo d'esordio del gruppo, Pale Shelter, ma Dave Bates, dirigente della Polygram, dopo averlo ascoltato con un nuovo arrangiamento di sintetizzatore, lo reputò sufficientemente in grado di reggere il mercato come facciata A e ne caldeggiò la pubblicazione come tale[2].

L'Ad libitum di Curt Smith nel coro finale del brano ha generato un mondegreen.

Il testo è un tipico racconto di formazione cantato su un registro melanconico[2] (Orzabal descrisse il mood in cui il brano nacque come frutto di «menopausa adolescenziale»[1] e disadattamento ormonale a causa dell'abbandono dell'infanzia[1]), tra le cui fonti d'ispirazione fu citato anche Arthur Janov, autore della teoria del cosiddetto «Urlo primario»: il refrain: «I sogni in cui sto morendo sono i migliori che abbia mai avuto» si richiama all'idea di Janov che gli incubi possano essere utili per stemperare la tensione[1].

TracceModifica

Disco in vinile - versione per il mercato inglese ed americano
  1. Mad World – 3:32
  2. Ideas As Opiates – 3:54
Disco in vinile - versione per il mercato, australiano, europeo, e sudafricano
  1. Mad World (World Remix) – 3:30
  2. Ideas As Opiates – 3:54
Disco in vinile - versione remix per il mercato inglese
  1. Mad World – 3:32
  2. Mad World (World Remix) – 3:30
  3. Suffer the Children (Remix) – 4:15
  4. Ideas As Opiates – 3:54
Disco in vinile da 33 giri - versione per il mercato europeo
  1. Mad World – 3:32
  2. Ideas As Opiates – 3:54
  3. Saxophone As Opiates – 3:54

ClassificheModifica

Classifica Posizione
Regno Unito[3] 3
Australia 12
Irlanda 6
Germania 21
Nuova Zelanda[4] 25

Gary Jules e Michael AndrewsModifica

A vent'anni dall'uscita Mad World fu inciso con un nuovo arrangiamento da Gary Jules e Michael Andrews per la colonna sonora di Donnie Darko. Tale cover fu in seguito usata in diverse colonne sonore tra cui quella delle serie Squadra Speciale Cobra 11, CSI, Valle di luna, E.R. - Medici in prima linea, Jericho, Judging Amy, Medical Investigation, Cold Case, Nip/Tuck, Helix, Testimoni silenziosi, The L Word, Smallville, Third Watch, La città verrà distrutta all'alba, The Cleveland Show, Senza traccia e Riverdale la pubblicità del videogame Gears of War e anche in una scena dell'atto terzo della campagna e nella mappa ingorgo del multiplayer in Gears of War 3 in un'inedita versione strumentale, nella pubblicità della quarta stagione di The Walking Dead. Il 18 settembre 2012 in Italia il brano fu certificato disco d'oro per le 15 000 copie vendute[5].

ClassificheModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d Dave Simpson, Tears For Fears: how we made Mad World, in The Guardian, 10 dicembre 2013. URL consultato l'11 marzo 2014.
  2. ^ a b (EN) Wyndham Wallace, This Is Going To Hurt: The Mad World Of Tears For Fears’ Debut LP, in The Quietus, 20 settembre 2013. URL consultato il 22 marzo 2019.
  3. ^ Andamento di Mad World nella classifica del Regno Unito, chartstats. URL consultato il 4 aprile 2012.
  4. ^ Andamento di Mad World nella classifica della Nuova Zelanda, charts.org. URL consultato il 4 aprile 2012.
  5. ^ CERTIFICAZIONE SINGLE DIGITAL dalla settimana 1 del 2009 alla settimana 36 del 2012 Archiviato il 6 settembre 2013 in Internet Archive.
  6. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica dell'Australia, australian-charts. URL consultato il 4 aprile 2012.
  7. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica dell'Austria, austriancharts. URL consultato il 4 aprile 2012.
  8. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica del Belgio, Ultratop. URL consultato il 4 aprile 2012.
  9. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica della Danimarca, danishcharts. URL consultato il 4 aprile 2012.
  10. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica della Francia, lescharts. URL consultato il 4 aprile 2012.
  11. ^ http://www.fimi.it/classifiche#/category:digital/id:1688
  12. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica della Nuova Zelanda, charts.org. URL consultato il 4 aprile 2012.
  13. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica dei Paesi Bassi, dutchcharts. URL consultato il 4 aprile 2012.
  14. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica del Regno Unito, Chartstats. URL consultato il 4 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 31 luglio 2012).
  15. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica della Svezia, swedishcharts. URL consultato il 4 aprile 2012.
  16. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica della Svizzera, Hitparade. URL consultato il 4 aprile 2012.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica