Mademoiselle Caroline Rivière

dipinto di Jean Auguste Dominique Ingres
Mademoiselle Caroline Rivière
Jean Auguste Dominique Ingres - Mademoiselle Caroline Rivière - WGA11837.jpg
AutoreJean-Auguste-Dominique Ingres
Data1806
Tecnicaolio su tela
Dimensioni100×70 cm
UbicazioneMuseo del Louvre, Parigi

Mademoiselle Caroline Rivière è un dipinto ad olio su tela del pittore francese neoclassico Jean-Auguste-Dominique Ingres, realizzato nel 1806 ed esposto al Museo del Louvre a Parigi. È l'unico dipinto di Ingres raffigurante un'adolescente.[1]

StoriaModifica

Questo dipinto raffigura la quindicenne Caroline Rivière e forma una sorta di ideale trittico con i rispettivi ritratti dei suoi genitori, il Consigliere di Stato Philibert Rivière e la sua signora, anch'essi conservati nel Museo del Louvre, dipinti da Ingres a Parigi tra il 1805 ed il 1806, alla vigilia della sua partenza per Roma. Ingres mirava a diventare un pittore di storia, ma doveva guadagnarsi da vivere dipingendo ritratti, specialmente in questo periodo. I dipinti furono esposti al Salon del 1806 assieme a quello di Napoleone in trono,[2] ma il ritratto di Caroline Rivière ricevette critiche sia per il suo stile, interpretato come un ritorno all'arte gotica, che per le distorsioni anatomiche.

Pochi mesi dopo Caroline morì.

DescrizioneModifica

La giovinetta è ritratta in un abito bianco di mussola stile impero, impreziosito da accessori che evocano la voluttà femminile, come il boa in pelliccia di ermellino ed i lunghi guanti. Sullo sfondo vi è un paesaggio dell'Ile-de-France. Il chiarore diffuso nel dipinto è evidenziato dai capelli neri ebano e dai guanti color giallo senape. La posa della ragazza evoca la bellezza dei ritratti del Rinascimento ed in particolare quelli di Raffaello.

La bellezza del dipinto risiede nella sua quiete sublimata. La delicata Mademoiselle Rivière fa pensare ai dipinti di Ingres sui miti greci, accomunati dalla forza vivida che trapela dall’interno della sua visione del soggetto raffigurato. [3]

AnalisiModifica

Ingres interpreta l'innocenza del soggetto ma allo stesso tempo ne raffigura la sensualità.

La figura di Caroline Riviére occupa il primo piano della tela, mentre nello sfondo è visibile il paesaggio, che occupa uno spazio limitato. La figura è ben delineata, tanto che la sensazione di "piattezza" portò alcuni critici a etichettare il suo lavoro come "gotico". Il bianco dell'abito spicca sul fondo scuro, mentre la pelle di porcellana della ragazza è esaltata da capelli ed occhi scuri, che contrastano con il chiarore del cielo. Ingres inserì nel suo dipinto alcune inesattezze anatomiche, sottolineate dal modello dell'abito in stile impero.

Considerazioni

La fanciulla indossa un abito bianco, colore della purezza e dell'innocenza, ma la sua espressione ed altri particolari sono vòlti ad evidenziarne anche la sensualità.[4]

Ritratti della famiglia RivièreModifica

OmaggiModifica

  • L'artista americano Robert Wilson ha creato alcuni video dedicati a Lady Gaga, ispirati a celebri opere della storia dell’arte, tra cui Mademoiselle Caroline Rivière di Ingres, dove il volto della cantante si fonde in slow motion a quello di Caroline Rivière. Sono stati esposti nel 2013 al Museo del Louvre a Parigi e in Italia a Villa Menafoglio Litta Panza a Varese.[5]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Mademoiselle Caroline Rivière Story / Theme, su Artble, artble.com.
  2. ^ (FR) Mademoiselle Caroline Rivière, su Louvre, louvre.fr.
  3. ^ (EN) Mademoiselle Caroline Rivière, Ingres, su The guardian, theguardian.com.
  4. ^ (EN) Mademoiselle Caroline Rivière Analysis, su Artble, artble.com.
  5. ^ (EN) Lady Gaga e Isabella Rossellini by Robert Wilson in mostra a Villa Panza, su Vogue, vogue.it.

Altri progettiModifica

  Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura