Maria Teresa di Borbone-Due Sicilie

principessa italiana

Principessa Maria Teresa Maddalena di Borbone-Due Sicilie (Zurigo, 15 gennaio 1867Cannes, 1º marzo 1909) era l'unica figlia del principe Luigi di Borbone-Due Sicilie, conte di Trani, figlio di Ferdinando II delle Due Sicilie, e di sua moglie la duchessa Matilde Ludovica in Baviera. Sue zie erano l'imperatrice Elisabetta d'Austria e la regina Maria Sofia delle Due Sicilie. Suo zio era Francesco II delle Due Sicilie.

Maria Teresa di Borbone-Due Sicilie
MariaTeresadiBorbone.jpg
Ritratto fotografico della Principessa Maria Teresa di Borbone-Due Sicilie
Principessa di Hohenzollern
Stemma
Stemma
In carica 1905 –
1909
Predecessore Antonia del Portogallo
Successore Margherita Carola di Sassonia
Nome completo Maria Teresa Maddalena
Altri titoli Altezza Reale
Nascita Zurigo, Svizzera, 15 gennaio 1867
Morte Cannes, Francia, 1º marzo 1909
Padre Principe Luigi, conte di Trani
Madre Duchessa Matilde Ludovica in Baviera
Consorte Principe Guglielmo di Hohenzollern
Figli Augusta Vittoria
Federico
Francesco Giuseppe
Religione Cattolicesimo

BiografiaModifica

InfanziaModifica

Quando Maria Teresa nacque i Borbone erano già stati cacciati da circa sei anni dal loro regno e vivevano in esilio. La madre Matilde seguiva la sorella Maria Sofia nei suoi viaggi per l'Europa.

Nell'archivio di Stato degli Hohenzollern a Sigmaringen sono presenti ancora oggi le lettere che la bambina scriveva ai genitori, che conducevano vite separate. Provengono per la maggior parte da Baden-Baden e risultano scritte in francese, in tedesco, in italiano o in inglese. Nella città Maria Teresa visse infatti la sua giovinezza e fu alunna del collegio Vittoria di Schloberg.

Nel 1886 morì il padre a Parigi.

MatrimonioModifica

Maria Teresa sposò il principe Guglielmo di Hohenzollern, figlio maggiore di Leopoldo, Principe di Hohenzollern e dell'Infanta Antonia di Portogallo, il 27 giugno 1889, a Sigmaringen

La coppia abitò dapprima a Berlino, dove Guglielmo prestava servizio come comandante presso le guardie di fanteria.

Malattia e morteModifica

Fin da bambina Maria Teresa soffriva periodicamente di una malattia al midollo spinale, che oggi probabilmente sarebbe diagnosticata come sclerosi multipla[senza fonte].

Dal 1905 la malattia sembrò acutizzarsi. A nulla servivano i periodi di cure termali a Tolz, in alta Baviera, d'estate e a Cannes in inverno, durante i quali la famiglia veniva spesso a trovarla.

La paralisi progredì finché dovette essere nutrita artificialmente. La madre Matilde le stette sempre accanto.

In seguito a una grave infiammazione polmonare morì a Cannes il 1º marzo 1909.

Fu sepolta a Sigmaringen.

Guglielmo si risposò con la principessa Adelgonda di Baviera.

DiscendenzaModifica

Maria Teresa delle Due Sicilie e il principe Guglielmo di Hohenzollern ebbero tre figli:

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Francesco I delle Due Sicilie Ferdinando I delle Due Sicilie  
 
Maria Carolina d'Asburgo-Lorena  
Ferdinando II delle Due Sicilie  
Maria Isabella di Borbone-Spagna Carlo IV di Spagna  
 
Maria Luisa di Borbone-Parma  
Luigi, Conte di Trani  
Carlo d'Asburgo-Teschen Leopoldo II d'Asburgo-Lorena  
 
Maria Luisa di Borbone-Spagna  
Maria Teresa d'Asburgo-Teschen  
Enrichetta di Nassau-Weilburg Federico Guglielmo di Nassau-Weilburg  
 
Luisa Isabella di Kirchberg  
Maria Teresa di Borbone-Due Sicilie  
Pio Augusto in Baviera Guglielmo in Baviera  
 
Maria Anna di Zweibrücken-Birkenfeld  
Massimiliano Giuseppe in Baviera  
Amalia Luisa di Arenberg Luigi Maria di Arenberg  
 
Marie Adélaïde Julie de Mailly  
Matilde di Baviera  
Massimiliano I di Baviera Federico Michele di Zweibrücken-Birkenfeld  
 
Maria Francesca del Palatinato-Sulzbach  
Ludovica di Baviera  
Carolina di Baden Carlo Luigi di Baden  
 
Amalia d'Assia-Darmstadt  
 

BibliografiaModifica

  • Erika Bestenreiner. L'imperatrice Sissi. Milano, Mondadori, 2003.

ISBN 88-04-51248-2

OnorificenzeModifica

  Dama di I Classe dell'Ordine di Luisa

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN148531073 · GND (DE142606227 · WorldCat Identities (ENviaf-148531073