Maskar

Personaggio dei fumetti italiano
Maskar
serie regolare a fumetti
Lingua orig.italiano
PaeseItalia
TestiGiovanni De Leo
DisegniGallieno Ferri
EditoreEdizioni G. De Leo
1ª edizione7 dicembre 1951 – 22 febbraio 1952
Periodicitàsettimanale
Albi12 (completa)
Maskar
serie regolare a fumetti
Lingua orig.italiano
PaeseItalia
EditoreEditrice Arcobaleno
1ª edizioneluglio 1958 – maggio 1965
Periodicitàmensile
Albi82 (completa)
Maskar
serie regolare a fumetti
Lingua orig.italiano
PaeseItalia
EditoreEditrice Arcobaleno
1ª edizionegiugno 65 – aprile 66
Periodicitàmensile
Albi11 (completa)

Maskar è un personaggio immaginario protagonista di una omonima serie a fumetti pubblicata in Italia dalle Edizioni G. De Leo e ideata nel 1949 da Giovanni De Leo e disegnata da Gallieno Ferri, al suo esordio come disegnatore.[1][2][3]

Storia editorialeModifica

Il personaggio esordì in una serie a strisce, formato tipico del periodo, scritta da Giovanni De Leo e disegnata da Gallieno Ferri che si firmava come "Fergal". La serie venne ristampata varie volte fra gli anni cinquanta e settanta.[2] Nel 1958 la Editrice Arcobaleno riprese il personaggio pubblicandone una nuova serie edita fino al 1965; la nuova serie è sempre scritta da De Leo con la collaborazione di altri autori come Bruno e Renzo Barbieri; i disegnatori, oltre a Gallieno Ferri, sono Renzo Orrù, Mario Follis e Giorgio Molinari. Alcuni numeri della serie sono dedicati ad altri personaggi sempre realizzati dagli stessi autori e sulla copertina in questo caso compare la scritta "MASKAR Presenta...".[3]

La Editrice Arcobaleno pubblicò una terza serie, questa volta in formato tascabile, divenuto di moda negli anni sessanta per i fumetti neri; venne edita dal 1965 al 1966. A parte i primi tre numeri che ripropongono la ristampa della prima serie del 1951, le storie successive sono inedite e scritte da De Leo e poi da Salvator Angelo Tyzza; i disegni sono di Renzo Orrù, Eliseo Locci e Mario Follis.[4]

NoteModifica

  1. ^ Gallieno Ferri, su www.sergiobonelli.it. URL consultato il 31 ottobre 2019.
  2. ^ a b Guida Fumetto Italiano, Maskar, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 9 aprile 2018.
  3. ^ a b Guida Fumetto Italiano, Maskar2, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 9 aprile 2018.
  4. ^ Guida Fumetto Italiano, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 31 ottobre 2019.
  Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Fumetti