Apri il menu principale

Me Myself and I (opera teatrale)

commedia di Edward Albee del 2007
Me Myself and I
Opera teatrale
AutoreEdward Albee
Titolo originaleMe Myself and I
Lingua originaleInglese
Prima assoluta11 gennaio 2008
McCarter Theatre (Princeton)
 

Me Myself and I è un'opera teatrale dal drammaturgo statunitense Edward Albee, debuttata a Princeton nel 2007. La piece - dai toni surreali e a tratti assurdi - è l'ultima opera scritta da Albee prima della sua morte, avvenuta nel settembre 2016.

TramaModifica

La piece racconta la complicata vicenda di Madre, che non riesce ancora a distinguere i figli ventiottenni. Parte del problema è che i figli si chiamano OTTO e otto, un fatto che Dottore (l'amante di Madre) definisce "simmetrico, ma non logico". Da tempo otto ha cominciato a sospettare di non esistere affatto e questa situazione è esacerbata dal fatto che OTTO abbia deciso di negare l'esistenza del fratello e voglia andarsene di casa per diventare cinese. Maureen, la fidanzata di otto, si lascia coinvolgere dalla questione.

ProduzioniModifica

La commedia debuttò al McCarter Theatre di Princeton l'11 gennaio 2008, con la regia di Emily Mann e un cast che annoverava: Tyne Daly (Madre), Brian Murray (Dottore), Michael Esper (OTTO), Colin Donnell (otto), Charlotte Parry (Maureen) e Stephen Payne (l'Uomo).[1]

Il 21 agosto 2010, Me Myself and I ha fatto il suo debutto newyorchese alla Playwrights Horizons dell'Off Broadway, ancora una volta diretta da Emily Mann. Il cast comprendeva: Elizabeth Ashley (Madre), Zachary Booth (OTTO), Brian Murray (Dottore), Natalia Payne (Maureen), Stephen Payne (l'Uomo) e Preston Sadleir (otto). [2]

NoteModifica

  Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro