Michele Saba

Michele Saba (Ossi, 14 luglio 1891Sassari, 3 ottobre 1957) è stato un giornalista e politico italiano.

BiografiaModifica

Nato a Ossi, nel 1912 consegue la maturità al Liceo classico Domenico Alberto Azuni e inizia a collaborare con Il Giornale d’Italia come corrispondente, incarico che assolverà fino al 1926. Nel 1912-1913 contribuì a rifondare la sezione del Partito Repubblicano Italiano e il periodico Il Repubblicano. Con Camillo Bellieni e Attilio Deffenu fu tra i fondatori del Gruppo di azione antiprotezionista.[1] Essendo interventista, fece domanda di arruolamento come volontario ma la sua richiesta fu respinta. Fra il 1914 e il 1921 fu corrispondente del Il Popolo d'Italia e segretario delle Opere Federate nell’opera di assistenza ai reduci, diede un contributo determinante per la creazione della Fondazione Brigata Sassari.

Nel 1920 si laurea in giurisprudenza e intraprende la professione di avvocato. Antifascista dichiarato si oppone al regime e partecipa alla redazione del periodico aventiniano Sardegna Libera.

Dopo la confluenza di Giustizia e Libertà nel Partito Socialista Italiano, l'accordo era stato esteso all'associazione Concentrazione antifascista, alla quale aderiva anche il Partito Repubblicano Italiano. Nel 1930 fu arrestato nell’ambito dell'inchiesta su G.L. e trascorse tre mesi nel carcere di Regina Coeli ed infine fu prosciolto. Saba aveva partecipato alla creazione del nucleo antifascista in Sardegna legato a Giustizia e Libertà collaborando fra gli altri con Dino Giacobbe, Cesare Pintus.

Durante il regime aveva scritto sotto pseudonimo anche su Il Lavoro di Genova e su Il Telegrafo di Livorno.

BibliografiaModifica

  • Guido Scano, Bibliografia di Michele Saba., Nuovo Bollettino Bibliografico Sardo, Cagliari, 1958, n. 15
  • Francesco Atzeni, I repubblicani in Sardegna: dalla fondazione del PRI alla grande guerra., Roma, Edizioni Archivio Trimestrale, 1988.
  • Manlio Brigaglia, La classe dirigente a Sassari da Giolitti a Mussolini, Cagliari, Edizioni della Torre, 1979;
  • Giovanni Maria Cherchi, Sassari giolittiana: una provincia sarda nel primo Novecento, Cagliari, EDES, 1994;
  • Aldo Cesaraccio, Manlio Brigaglia, Alberto Mario Saba (a cura di), II movimento democratico e repubblicano nella Sardegna contemporanea. Studi in onore di Michele Saba. Atti del convegno tenuto a Sassari il 30 marzo 1985, "Archivio Trimestrale", Roma, a. XI, n. 3;
  • Aldo Borghesi, Michele Saba: un mazziniano «contro» per la democrazia repubblicana, "Il Pensiero Mazziniano", Bologna, n.2, aprile-giugno 1992.

NoteModifica

  1. ^ Aldo Borghesi, Michele Saba: un sassarese fra politica e giornalismo, leggi online sul sito del Circolo Giustizia e Libertà Sassari
Controllo di autoritàVIAF (EN4191466 · WorldCat Identities (ENlccn-n96011683