Apri il menu principale

Ministero dell'ambiente e dei cambiamenti climatici

Ministero dell'ambiente e dei cambiamenti climatici
Ministerul Mediului și Schimbărilor Climatice
MINISTERUL MEDIULUI LOGO.gif
Stemma del Ministero dell'ambiente
StatoRomania Romania
TipoMinistero
SiglaMMSC
Istituitoottobre 1991
MinistroAttila Korodi (UDMR)
SedeBucarest
IndirizzoBulevardul Libertății 12 - 010873
Sito webwww.mmdd.ro

Il Ministero dell'ambiente e dei cambiamenti climatici (in rumeno: Ministerul Mediului și Schimbărilor Climatice) è uno dei ventidue dicasteri del Governo della Romania, organo specializzato della pubblica amministrazione centrale, con personalità giuridica, subordinato al governo, nella tutela dell'ambiente e di tutte le sue altre componenti.

L'attuale ministro dell'Ambiente è Attila Korodi.

OrganizzazioneModifica

Unità subordinate al Ministero dell'ambiente:

  • Agenzia nazionale per la protezione dell'ambiente (NEPA)
  • Riserva della biosfera del delta del Danubio
  • Guardia nazionale ambientale

Unità operanti in coordinamento con il Ministero dell'ambiente:

  • Istituto nazionale di ricerca - Sviluppo per la protezione dell'ambiente - ICIM Bucarest
  • Istituto nazionale per la ricerca e lo sviluppo "Delta del Danubio" - INCDDD Tulcea
  • Istituto nazionale di ricerca - Sviluppo "Grigore Antipa" - NIMRD
  • Amministrazione per i fondi dell'ambiente - AFM Bucarest

Unità sotto l'autorità del Ministero dell'ambiente:

  • Amministrazione nazionale delle acque rumene (NAAR)
  • Amministrazione nazionale di meteorologia (ANM)

Elenco dei vari Ministeri dell'ambienteModifica

  • Ministero dell'ambiente 1992
  • Ministero delle acque, delle foreste e protezione ambientale 1992 - 1996
  • Ministero delle acque, delle foreste e dell'ambiente 1996 - 1998
  • Ministero delle acque, delle foreste e della protezione ambientale 1998 - 2000
  • Ministero delle risorse idriche e della protezione ambientale 2000 - 2003
  • Ministero dell'agricoltura, foreste, delle acque e dell'ambiente 2003 - 2004
  • Ministero dell'ambiente e delle acque 2004 - 2007
  • Ministero dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile 2007 - 2009
  • Ministero dell'ambiente e delle foreste 2009 - 2012
  • Dal 21 dicembre 2012 si chiama Ministero dell'ambiente e dei cambiamenti climatici.

CriticaModifica

Nel 2005, il Ministero dell'ambiente è stato criticato dai media per la gestione impropria delle coste.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica