Apri il menu principale
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Il MELD, acronimo in lingua inglese per Model for End-Stage Liver Disease, è un sistema di punteggio utilizzato per valutare la gravità delle epatopatie croniche. Fu sviluppato inizialmente a scopo prognostico per valutare la sopravvivenza a tre mesi dopo intervento chirurgico di posizionamento di uno shunt portosistemico intraepatico transgiugulare[1] e, successivamente, per valutare la prognosi e la priorità nei candidati a ricevere un trapianto di fegato[2][3]. Tale sistema di punteggio è utilizzato sia dal United Network for Organ Sharing (UNOS) sia da Eurotransplant per la realizzazione della lista di attesa per il trapianto in sostituzione della meno recente classificazione di Child-Pugh[3][4].

Indice

Cenni storiciModifica

Fu sviluppato originariamente alla Mayo Clinic e denominato Mayo End-stage Liver Disease. Deriva da dati raccolti relativi a una serie di pazienti andati incontro alla procedura di posizionamento di un TIPS e includeva inizialmente anche una variabile basata sull'eziologia della malattia epatica[1]. Il sistema di punteggio si rivelò avere un valore prognostico nelle malattie croniche del fegato in generale e, con alcuni accorgimenti, poté essere utilizzata nella valutazione della priorità per i riceventi di trapianto di fegato. Il fattore eziologico, ritenuto poco importante e relativamente soggettivo, fu escluso[3].

CalcoloModifica

Per calcolare il punteggio MELD si usano come variabili la concentrazione plasmatica di bilirubina e di creatinina e il tempo di protrombina normalizzato (INR). La formula utilizzata è la seguente[3]:

 

Lo United Network for Organ Sharing ha apportato le seguenti modifiche al punteggio[5]:

  • Se il paziente è stato sottoposto a dialisi due volte nella settimana precedente il valore della creatinina sierica da usare è 4.0 mg/dL;
  • Tutti i valori inferiori a 1 vengono arbitrariamente portati a 1 per evitare risultati negativi (ad esempio, se la bilirubina è 0.8 mg/dL, il valore utilizzato per il calcolo è 1.0 mg/dL).

InterpretazioneModifica

In base al punteggio MELD ottenuto, la mortalità a tre mesi è[6]:

Punteggio Mortalità
40 o superiore 71.3%
30–39 52.6%
20–29 19.6%
10–19 6.0%
Inferiore a 9 1.9%

NoteModifica

  1. ^ a b M. Malinchoc, PS. Kamath; FD. Gordon; CJ. Peine; J. Rank; PC. ter Borg, A model to predict poor survival in patients undergoing transjugular intrahepatic portosystemic shunts., in Hepatology, vol. 31, nº 4, aprile 2000, pp. 864-71, DOI:10.1053/he.2000.5852, PMID 10733541.
  2. ^ PS. Kamath, RH. Wiesner; M. Malinchoc; W. Kremers; TM. Therneau; CL. Kosberg; G. D'Amico; ER. Dickson; WR. Kim, A model to predict survival in patients with end-stage liver disease., in Hepatology, vol. 33, nº 2, febbraio 2001, pp. 464-70, DOI:10.1053/jhep.2001.22172, PMID 11172350.
  3. ^ a b c d PS. Kamath, WR. Kim, The model for end-stage liver disease (MELD)., in Hepatology, vol. 45, nº 3, marzo 2007, pp. 797-805, DOI:10.1002/hep.21563, PMID 17326206.
  4. ^ GE. Jung, J. Encke; J. Schmidt; A. Rahmel, Model for end-stage liver disease. New basis of allocation for liver transplantations., in Chirurg, vol. 79, nº 2, febbraio 2008, pp. 157-63, DOI:10.1007/s00104-008-1463-4, PMID 18214398.
  5. ^ UNOS, MELD/PELD calculator documentation (PDF), su unos.org, 28 gennaio 2009. URL consultato il 2 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2012).
  6. ^ R. Wiesner, E. Edwards; R. Freeman; A. Harper; R. Kim; P. Kamath; W. Kremers; J. Lake; T. Howard; RM. Merion; RA. Wolfe, Model for end-stage liver disease (MELD) and allocation of donor livers., in Gastroenterology, vol. 124, nº 1, gennaio 2003, pp. 91-6, DOI:10.1053/gast.2003.50016, PMID 12512033.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina