Apri il menu principale

Rabbi Moses ben Jacob ibn Ezra (in ebraico: משה בן יעקב הסלח אבן עזרא?; Granada, 1055 o 1060 – Granada, 1138) è stato un ebreo di al-Andalus.

Noto anche col soprannome di Ha-Sallaḥ (Lo scrittore delle preghiere penitenziali), ma anche in ambiente islamico (in arabo: أبو هارون موسى بن يعقوب ابن عزرا‎, Abū Hārūn Mūsā b. Yaʿqūb b. ʿEzrā), fu uno scrittore ebreo spagnolo e poeta.

Ibn Ezra esercitò una grande influenza sulla letteratura araba ed è considerato uno dei maggiori poeti iberici, particolarmente apprezzato per le sue considerazioni sulla natura della poesia.

Uno degli aspetti maggiormente rivoluzionari e dibattuti della concezione sviluppata da Ibn Ezra era la sua teoria che la poesia fosse stata una metafora e che essa illuminò le idee di Aristotele. L'impatto delle opere filosofiche di Ibn Ezra fu meno accentuato di quello provocato dai suoi studi sulla poesia, me esse aiutarono a mettere in relazione Dio e l'uomo.[1]

NoteModifica

  1. ^ Michael Berenbaum e Fred Skolnik, «Ibn Ezra, Moses ben Jacob», in Encyclopaedia Judaica, vol. 9, 2007, pp. 673–675.

BibliografiaModifica

  • Brody, H. "Moses Ibn Ezra: Incidents in his life", in: The Jewish Quarterly Review: New Series. 24 (4), 1934, pp. 309–320.
  • Schippers, Ariel. Spanish Hebrew poetry and the Arabic literary tradition. Netherlands. 1994, p. 60.
  • Menocal, Maria. The literature of al-Andalus. Cambridge, Cambridge University Press, 2000, p. 253.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN86836195 · ISNI (EN0000 0000 7358 1927 · LCCN (ENn83164115 · GND (DE118641174 · BNF (FRcb12142248g (data) · NLA (EN50043125 · BAV ADV10220062 · CERL cnp00397091 · WorldCat Identities (ENn83-164115