Nebraska (brano musicale)

singolo di Bruce Springsteen del 1982

Nebraska è un singolo di Bruce Springsteen tratto dall'omonimo album, pubblicato nell'ottobre del 1982. Il brano è stato eseguito anche da altri artisti tra cui Steve Earle e Chrissie Hynde.[1]

Nebraska
ArtistaBruce Springsteen
Autore/iBruce Springsteen
GenereFolk
Data1982

Testo della canzoneModifica

Il testo della canzone è una versione di Springsteen su Charles Starkweather, che insieme alla sua fidanzata Caril Ann Fugate assassinò undici persone in otto giorni nel 1958.[2][3] Il cantante descrive gli assassini, il loro processo e la loro condanna a morte con voce piatta, senza emozione, che rende la descrizione degli eventi in maniera più fredda.[2][3] La canzone comincia con Starkweather che incontra Fugate.[4] Il lessico basso all'inizio ricorda molto la scrittrice statunitense Flannery O'Connor, che Springsteen aveva letto proprio prima di cominciare a scrivere le canzoni per Nebraska.[4] L'influenza della scrittrice si sente durante la canzone, specialmente nei personaggi che fanno ricorso alla violenza.[2] Alla fine della canzone, dove il cantante dice il motivo per cui ha ucciso: "I guess there's just a meanness in this world" è simile alla fine del racconto di O'Connor's story A Good Man Is Hard to Find.[2]

Storia del branoModifica

Springsteen fu ispirato a scrivere il brano dopo aver visto La rabbia giovane di Terrence Malick,[2][5][6] in seguito cominciò a cercare materiale per l'argomento degli assassinii di Charles Starkweather, tra cui un'intervista a Ninette Beaver, che aveva scritto un libro al riguardo.[2][4][5] Nonostante la ricerca, nello scrivere il brano Springsteen non ha creato una ricostruzione completamente accurata degli omicidi:[5] per esempio nel testo le persone uccise sono dieci, e non undici.

NoteModifica

  1. ^ Nebraska covers, su allmusic.com, allMusic. URL consultato il 25 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2010).
  2. ^ a b c d e f June Skinner Sawyers, Tougher Than the Rest: 100 Best Bruce Springsteen Songs, Omnibus Press, 2006, pp. 69-75, ISBN 978-0-8256-3470-3.
  3. ^ a b Humphries, P., Bruce Springsteen, Omnibus Press, 1996, p. 51, ISBN 0-7119-5304-X.
  4. ^ a b c Kirkpatrick, R., The Words and Music of Bruce Springsteen, Praeger Publishers, 2007, pp. 82-86, ISBN 0-275-98938-0.
  5. ^ a b c Marsh, D., Glory Days, Thunder's mouth Press, 1987, pp. 85–92, 101, 109, ISBN 1-56025-101-8.
  6. ^   Springsteen, B., Bruce Springsteen - VH-1 Storytellers, 2005.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock