Notte di San Silvestro

notte tra il 31 dicembre e il Capodanno

La notte di San Silvestro, o vigilia di Capodanno, corrisponde alla notte tra il 31 dicembre e il 1º gennaio (Capodanno). Essa è celebrata in diversi modi a seconda della nazione. Si chiama così in quanto il 31 dicembre il santo che si festeggia è appunto san Silvestro papa. Il 31 dicembre viene spesso anche erroneamente chiamato Capodanno, pur trattandosi in realtà solo della vigilia di esso.

CuriositàModifica

Può essere interessante notare come festeggiare il Capodanno a mezzanotte sia corretto, in realtà, soltanto negli anni bisestili, in quanto la rotazione della Terra attorno al Sole (moto di rivoluzione) non ha una durata precisa di 365 dì ma 365 dì e 6 ore circa: quindi, negli anni non bisestili, il cambio d'anno astronomico, in realtà, scatta, man mano che ci si allontana dall'ultimo anno bisestile, alle ore 6:00 o alle 12:00 o alle 18:00 circa del 1º gennaio, proprio a causa dell'accumularsi delle ore non conteggiate nel corso degli anni non bisestili; negli anni bisestili, invece, il passaggio da un anno al successivo si verifica dal punto di vista astronomico esattamente allo scoccare della mezzanotte, dato che la somma delle 6 ore accumulate nei 3 anni precedenti più le 6 ore dell'anno bisestile stesso viene recuperata integralmente con l'aggiunta del 29 febbraio. E' da notare, comunque, che la coincidenza astronomica con quella di calendario non ha effetti dal punto di vista pratico, trattandosi di una convenzione umana.

La notte in ItaliaModifica

In Italia è tradizione allestire la cosiddetta cena o cenone di Capodanno, un abbondante pasto, in cui il piatto tradizionalmente più caratteristico è lo zampone o cotechino con le lenticchie. In genere si usa fare il veglione, cioè restare svegli fino a mezzanotte passata, per festeggiare l'arrivo del nuovo anno. Solitamente si trascorre la serata in famiglia o con gli amici in piazza (dove si organizzano concerti o feste varie) ma anche in casa.

Generalmente, a partire da 10 secondi prima della mezzanotte, si usa fare il conto alla rovescia fino ad arrivare a zero, augurando quindi il buon anno nuovo, brindando con spumante e guardando o accendendo fuochi d'artificio. Una tradizione, meno comune è quella di tenere in mano, durante il conto alla rovescia, oltre al bicchiere di spumante, anche dell'uva e tre monetine diverse, come portafortuna. Ogni regione italiana possiede comunque tradizioni diverse. In alcune regioni, per esempio, si gioca a tombola o ad alcuni giochi per intrattenersi fino allo scoccare del nuovo anno e anche dopo.

FranciaModifica

La Saint-Sylvestre

GermaniaModifica

Silvester

GiapponeModifica

Toshigami (年神) il dio dell'anno nuovo

SpagnaModifica

San Silvestro: come tradizione, in Spagna si seguono i primi dodici rintocchi della mezzanotte in diretta da Madrid, mangiando un chicco d'uva a ogni rintocco.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 46313 · GND (DE4240476-9
  Portale Festività: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di festività