Apri il menu principale

Istruzione ed esordiModifica

La giovane Olga riceve con la sorella Izabela i primi rudimenti di disegno dalla madre, per poi iscriversi ai corsi di alcuni tra i più importanti insegnanti di Cracovia. Si trasferisce in seguito, per il suo perfezionamento, a Monaco di Baviera; qui entra in contatto con la vasta comunità di artisti polacchi lì presenti e dopo tre anni apre il suo primo studio. Rimane a Monaco fino al 1898, compiendo solo occasionali viaggi in Francia, Svizzera ed Austria.

L'affermazioneModifica

 
Portret Heleny i Władysławy Chmielarczykówien

Nel 1895 il giornale di Berlino Bazaar la include tra le dodici più interessanti pittrici europee. Nello stesso anno le viene affidata la cattedra di disegno nella scuola privata di Theoedor Hummel a Monaco, esperienza per la quale otterrà molti consensi. In seguito le verrà offerta anche la direzione della sezione femminile dell'Accademia di Belle Arti di Cracovia, ma declinerà l'invitò.

Il 1896 segna il suo debutto a Parigi, al salone della Società nazionale di belle arti, della quale diverrà membro nel 1904. In 1898 si trasferisce definitivamente a Parigi.

Nel corso degli anni, la Boznańska ha aderito a molte società ed associazioni, tra cui la Società degli Artisti Polacchi, l'Associazione delle artiste polacche di Cracovia, la Società internazionale di scultori, incisori e pittori, la Società degli artisti polacchi a Parigi, e la Società artistica polacca.

EsibizioniModifica

La Boznańska ha iniziato molto presto ad esibire, sia in Polonia che all'estero, partecipando a numerose collettive internazionali. In tutta la sua vita, ad ogni modo, ha tenuto un'unica personale in Polonia, alla Società amici dell'arte di Cracovia nel 1931. Dopo la sua morte sono state organizzate sue esibizioni postume alla Bibliothèque Polonaise di Parigi nel 1945 ed alla Società di belle arti di Cracovia l'anno seguente. Nel 1960 le è stata dedicata una retrospettiva al Museo nazionale di Cracovia.

RiconoscimentiModifica

Olga Boznańska ha ricevuto nel corso della sua carriera numerosi riconoscimenti, tra cui il premio della Probusz Barczewski Foundation nel 1908 ed il Premio città di Varsavia nel 1934. Le sono stati inoltre conferiti la Legione d'onore francese nel 1912 e l'Ordine della Polonia Restituta nel 1924. Nel 1959 all'Académie Colarossi di Parigi, dove la Boznańska ha insegnato disegno, è stata posta una targa in suo onore.

OnorificenzeModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN18166708 · ISNI (EN0000 0001 0957 5917 · LCCN (ENnr2002044034 · GND (DE124806082 · BNF (FRcb167299933 (data) · ULAN (EN500115789 · WorldCat Identities (ENnr2002-044034