Nella terminologia cristiana, l'ordinariato indica l'insieme dei vari organi attraverso cui un ordinario, specialmente un vescovo, esercita le diverse forme della propria autorità.[1]

DescrizioneModifica

In senso lato, un ordinariato è una giurisdizione ecclesiastica amministrata da un ordinario del luogo, che di norma è un vescovo. L'ordinariato non è espressamente previsto dal Codice di diritto canonico della Chiesa latina, ma è eretto ai sensi del comma 2 del canone 372 del succitato Codice, che regola la costituzione di Chiese particolari a carattere personale.[2] Nella prassi, esso implica un tipo di Chiesa particolare, con giurisdizione limitata a una particolare categoria di fedeli e con un territorio nazionale o superiore.

Nella Chiesa cattolica esistono attualmente tre tipi di ordinariati:

NoteModifica

  1. ^ (EN) Ordinariate, in Catholic Encyclopedia, New York, Encyclopedia Press, 1913.
  2. ^ Codice di diritto canonico - Le Chiese particolari e l'autorità in esse costituita, su vatican.va. URL consultato il 16-05-2011.
  3. ^ Military Ordinariates, su gcatholic.org. URL consultato il 05-11-2010.
  4. ^ Ordinariates for the Faithful of Eastern Rite, su gcatholic.org. URL consultato il 05-11-2010.
  5. ^ Personal Ordinariates, su gcatholic.org. URL consultato il 05-11-2010.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi